31/08/2015 10:40:00

Vino. Per Coldiretti sarà un'ottima annata, anche per l'export

 Sarà una vendemmia ottima, si per la qualità che per la quantità. Lo annuncia Coldiretti prevedendo un aumento dal 5 al 10 percento della produzione rispetto ai valori minimi dello scorso anno. L'associazione di categoria traccia un bilancio di settore a quasi un mese dall'inizio della vendemmia in Italia, che attiva un motore economico che genera quasi 9,5 miliardi di fatturato solo dalla vendita del vino e che da occupazione a 1,25 milioni di persone. Per Coldiretti questa potrebbe essere un'annata da ricordare con un incremento del 6% delle esportazioni per i primi 5 mesi del 2015. Molto dipenderà dal mese di settembre, mese in cui si concentra la raccolta di uva. Assoenologi stima a livello regionale aumenti dal 5 al 10 per cento per Emilia Romagna, Veneto e Piemonte, Valle d Aosta, Sicilia, Liguria, Friuli, Marche, Molise, Basilicata e Calabria, incrementi superiori al 10 per cento per Lazio, Umbria, Trentino Alto Adige, Puglia, Campania, sostanziale stabilita' in Lombardia e un calo del 5 per cento in Toscana. Il grande caldo di questi mesi ha accelerato i processi e anticipato la raccolta che si è stimata come la più precoce dopo dal dopoguerra seconda solo a quella del 2003.