10/07/2016 00:00:00

Luciano Parrinello nuovo Ambasciatore delle Città del Vino 2016

Il trapanese Luciano Parrinello è stato nominato nuovo Ambasciatore delle Città del Vino per il 2016. In occasione della cerimonia di premiazione delle aziende produttrici dei vini nel corso della 15°edizione del Concorso Enologico Internazionale “La Selezione del Sindaco”. Luciano Parrinello, enologo molto noto nello scenario vitivinicolo siciliano, è nato nel 1951 e cresciuto a Marsala, uno dei territori vitivinicoli più importanti e vocati d’Europa, dove ricade la Doc più storica a livello nazionale, quella del Vino Marsala per l’appunto. Parrinello proprio alcuni mesi fa ha concluso la sua carriera professionale che lo ha visto impegnato e coinvolto in prima linea nelle attività dell’Istituto Regionale del Vino e dell’Olio di Sicilia, ente da sempre considerato il fiore all’occhiello del settore vitivinicolo siciliano, in quanto il più importante istituto di ricerca e, oggi, anche Organismo di Controllo e Certificazione dei vini Dop e Igp.

Proprio in questo settore, negli ultimi anni del suo percorso professionale, Parrinello ha ricoperto il ruolo di Ispettore per la filiera produttiva dei vini siciliani a Denominazione di Origine e ad Indicazione Geografica Protetta. Il suo impegno professionale si è articolato nel corso degli anni anche nell’ambito dei più importanti concorsi enologici nazionali ed internazionali, dove tuttora ricopre il ruolo di commissario di analisi sensoriale come nel caso del concorso “Selezione del Sindaco”.

È stato grazie al suo prezioso contributo tecnico e scientifico, apportato sin dalla prima edizione del concorso “Selezione del Sindaco”, che Parrinello ha ottenuto il titolo di Ambasciatore, entrando a far parte di un Albo d’Onore che, oltre agli Ambasciatori delle Città del Vino, comprende anche gli Ambasciatori Emeriti, rappresentati da personalità del mondo della cultura, dell’arte, dell’economia, della scienza e dello sport, i quali si sono distinti nella promozione in Italia e all’estero della ricchezza e del valore della civiltà del vino e dei territori italiani.

“È con tanta gioia e felicità che ricevo – ha commentato Parrinello a seguito dell’ottenimento della pergamena – questo inaspettato riconoscimento e sono onorato di entrare a far parte dell’Albo d’Onore insieme ad altri personaggi importanti della nostra società. Professionisti, giornalisti, uomini di cultura, rappresentanti delle istituzioni, sono state tante le figure che in questi anni ho avuto il piacere e l’onore di conoscere dentro questa organizzazione”. Parrinello da Ambasciatore prenderà a cuore le sorti del territorio in cui opera e dove viene prodotto il Marsala, un vino al quale da sempre è particolarmente legato.

EgNews