29/12/2017 20:00:00

Il Libero Consorzio regolarizza accessi e passi carrabili sulle strade provinciali

L’ex provincia regionale regolarizza le posizioni per gli accessi alle strade provinciali. Il Libero Consorzio comunale, tramite il 5° settore delegato al servizio patrimonio e concessioni, in data 22 settembre ha emanato un avviso pubblico per la regolarizzazione degli accessi lungo le strade del Libero Consorzio. L'avviso interessa chiunque abbia stabilito o modificato, temporaneamente o permanentemente, anche di fatto o abusivamente accessi e passi carrabili lungo le strade di competenza dell’Ente. Con una nota pubblica il dirigente della provincia Diego Maggio, ha specificato che non si tratta di una nuova tassa ma di un canone previsto da un regolamento del 2013. L'avviso è stato diramato a tutti i comuni della provincia, il 4 ottobre 2017.

Per regolarizzare o adeguare l’accesso, occorre compilare una apposita domanda in bollo da 16 euro, usando un modello scaricabile dal sito dell’Ente e pagare il canone di concessione per l’anno 2017. Il Libero Consorzio Comunale sta procedendo ad una verifica straordinaria degli accessi, passi carrabili e diramazioni insistenti lungo le strade di competenza, tra cui i tratti di strada situati all’interno dei centri abitati con popolazione non superiore a 10mila abitanti. Per ciascuna opera rilevata verrà riscontrata l’esistenza o la validità del provvedimento di autorizzazione/concessione o nulla osta, ove rilasciato, al fine di garantire la sicurezza stradale e il rispetto delle norme quale intervento di perequazione sociale, fiscale e amministrativa e quale contrasto ad ogni forma di abusivismo legato all’occupazione e all’uso della cosa pubblica, per il quale deve essere corrisposto il relativo canone.

Il pagamento del canone e la presentazione della domanda costituisce un onere per il mantenimento dell’opera, nelle more della verifica dell’ufficio della sussistenza dei presupposti per l’adeguamento e/o la regolarizzazione, che non esonera da eventuali conguagli del canone e/o insanabilità delle opere. Le singole posizioni vanno regolarizzate entro il 31 dicembre.