Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
13/02/2018 08:22:00

Marsala, assolto un consumatore "eccezionale" di cocaina. Ben 140 grammi, tutti suoi...

 Un consumatore “eccezionale" di cocaina. Non si spiegherebbe altrimenti l’assoluzione del 39enne Riccardo Di Girolamo dall’accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti sulla base dell’assunto difensivo secondo cui il consistente quantitativo di droga trovata dai carabinieri nella sua abitazione fosse per “uso personale”.

A casa del Di Girolamo i militari trovarono ben 140 grammi di cocaina. Oltre a 12 grammi di marijuana. A difendere l’imputato, davanti al giudice monocratico Matteo Giacalone, sono stati gli avvocati Gaudino e Canale.

Riccardo Di Girolamo, nato a Mazara, ma residente a Marsala, era stato posto agli arresti domiciliari all’inizio di aprile 2017. I carabinieri trovarono la droga nel corso di una perquisizione domiciliare.

L’operazione fu condotta con l’ausilio del Nucleo Cinofili Carabinieri di Palermo. Ed fu il cane “Charlie” ad annusare, consentendone il rinvenimento, la cocaina, nascosta sul fondo di un cassetto di uno dei comodini della camera da letto.

L’Arma spiegò che nell’abitazione i militari trovarono anche materiale per il confezionamento delle dosi e due bilancini digitali di precisione. Di Girolamo fu prima arrestato e poi sottoposto all’obbligo di dimora. Nel comunicato stampa diffuso dai carabinieri dopo l’arresto era scritto: “Durante il controllo svolto presso l’abitazione di Di Girolamo, i militari hanno rinvenuto, scavando a fondo in uno dei comodini della camera da letto, tre sacchetti in cellophane contenenti uno 140 grammi circa di sostanza stupefacente del tipo cocaina e gli altri due in totale circa 12 grammi di marijuana. L’accertamento, esteso a tutta l’abitazione, ha poi permesso di trovare inoltre materiale utile per il confezionamento della citata sostanza, nonché due bilancini digitali di precisione. Le attività svolte hanno avuto il grande ausilio dei Carabinieri del Nucleo Cinofili ed in particolare del cane ‘Charlie’, che per primo ha ispezionato la casa”.


Ti potrebbe interessare anche: