11/10/2018 06:00:00

Trapani: costi di case e mutui nella provincia stabili ma aumenti in vista

Si è svolta  a Trapani la conferenza stampa di Tecnocasa sull’andamento del mercato immobiliare nella provincia. Gli studi svolti dall’agenzia immobiliare rivelano che, nonostante il trend negativo di vendite a livello nazionale, i prezzi delle case a Trapani si mantengono stabili, ma seguirà presto un aumento.

Le zone preferite da chi compra casa sono quelle vicino al mare - centro storico, Castellammare del Golfo, Favignana, Scopello - dove molti investitori stanno trasformando le vecchie abitazioni dei pescatori in B&B e case vacanza.

Dopo la crisi del 2008, le vendite delle case in Italia si sono dimezzate. Negli ultimi due anni in tutti i capoluoghi siciliani si è registrata una diminuzione delle quotazioni pari al -5,2%.

A Trapani, i prezzi nei primi sei mesi del 2018 sono rimasti tuttavia stabili. Ad andare forte è il centro storico, ma questa tendenza positiva potrebbe diminuire a causa dal momento buio che sta vivendo l’aeroporto.

Si vende bene anche in periferia, grazie al fatto che ogni micro zona della città è ben servita dalle attività commerciali. Non tutti quelli che hanno necessità del mutuo riescono però a ottenerlo.

Il tipo d’immobile più richiesto è il trilocale, mentre quello più presente tra le offerte è il quattro locali, segno del cambiamento delle esigenze familiari. Mediamente, le giovani coppie e famiglie della provincia cercano soluzioni dai 350-420 euro al mese ai 450 per appartamenti ristrutturati e ben tenuti.
Se in città si registra un +5,4% rispetto al primo semestre del 2017, le vendite nel resto della provincia sono in aumento del 4%, soprattutto nei centri più popolosi: Marsala, Mazara, Alcamo e Castellammare. Quest’ultima ha fatto da traino grazie all’opera di riqualificazione urbana in corso (la stessa che ha interessato Trapani anni fa) e alla ristrutturazione delle antiche case dei pescatori che, sviluppate su più piani, si affacciano sul pittoresco golfo, diventando case vacanze ideali per acchiappare i turisti. Al momento il top price nel paese è pari a ben 3300 euro al metro quadro (per un signorile nuovo). E’ poco più basso (3000 euro) a Scopello, altra zona molto in voga al momento.
Le richieste di mutui nel trapanese sono in leggero calo, nonostante convengano di più oggi che cinque anni fa. Poiché i tassi sono più bassi (grazie anche alla riapertura delle banche a richiedenti stranieri), per acquistare un trilocale di 90 mq a Trapani, il costo totale medio e’ di 68mila euro, contro i 98mila del 2013. Mediamente, il reddito necessario è 630 euro al mese (rispetto ai 935 di cinque anni fa) e una rata mensile corrisponde a 189 euro (280 nel 2013).
Nel primo semestre del 2018 l’importo medio dei mutui nella provincia è stato 101.000 euro e la durata 24,2 anni. Particolarmente degno di nota è il dato sull’età di chi vi ha generalmente accesso: addirittura 42,1 anni. E’ questo il tempo necessario ai “giovani” trapanesi per trovare la stabilità richiesta dalle banche.