Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
17/03/2019 09:04:00

Sicilia, colpo di coda dell'inverno: da martedì temperature giù

 Colpo di coda dell’inverno proprio a ridosso dell’equinozio di primavera. Se domenica splenderà ancora il sole in gran parte del Centro-Sud, grazie all’alta pressione che è tornata temporaneamente a occupare l’Italia, al Nord già si prepara un graduale peggioramento, con nuvolosità in aumento e qualche pioggia per l’arrivo di una nuova perturbazione atlantica (la numero 6 di marzo). Ad affermarlo, gli esperti del Centro Epson Meteo.

"Il passaggio di questa perturbazione, atteso tra la fine di domenica e la giornata di lunedì, darà luogo ad una veloce fase di maltempo sulle regioni settentrionali, con un marginale coinvolgimento di quelle centrali", spiegano i meteorologi, che aggiungono: "L'aria fredda che segue la perturbazione si riverserà sul nostro Paese nella prima parte della prossima settimana, determinando un generale calo delle temperature. Il calo termico sarà più sensibile al Nord e sulle regioni adriatiche dove, fino a giovedì, si potrebbero registrare valori inferiori alla media stagionale".

Tra martedì e mercoledì, aggiungono gli esperti Epson, gli strascichi di questa perturbazione potrebbero mantenere il tempo instabile sulle regioni centro-meridionali e afflussi di aria fredda da nord-est determineranno un calo delle temperature su tutto il Paese.

"Questo che può essere considerato un colpo di coda dell’inverno proprio a ridosso dell’equinozio di primavera (20 marzo) - concludono - sarà seguito da un nuovo e progressivo rinforzo dell’alta pressione che favorirà un graduale miglioramento del tempo accompagnato da un generale rialzo termico".