20/04/2019 19:00:00

L'ex Provincia di Trapani ha approvato il Rendiconto 2018

Il Libero Consorzio comunale di Trapani, l'ex Provincia, ha approvato il Rendiconto per l’esercizio 2018 con il parere favorevole del Collegio dei revisori dei conti.

Tale strumento, che rappresenta il momento conclusivo del processo di programmazione e controllo, è stato caratterizzato da una consistente riduzione della spesa corrente, al netto del contributo dovuto dallo Stato (c.d. prelievo forzoso) e chiuso in positivo riportando un considerevole avanzo di gestione per investimenti per circa 7.500.000,00 euro .

Le restanti quote di avanzo di amministrazione si riferiscono a fondi vincolati per destinazione (risorse trasferite dalla Regione siciliana per finalità di legge) ed accantonamenti obbligatori per norme di contabilità, per oltre 2.300.000,00 euro; mentre l’avanzo libero è risultato pari a circa 5.300.000,00 euro che potrà essere applicato al bilancio 2019 per integrare il fondo per investimenti.

Il Commissario straordinario dell'ex Provincia Raimondo Cerami mette in evidenza che, pur nelle gravi difficoltà finanziarie in cui versano tutti gli Enti di area vasta , più volte rappresentate nel corso dei numerosi incontri avuti con gli Assessorati Regionali competenti e con le altre istituzioni, ha deciso di adottare il bilancio pluriennale 2018-2020 per salvaguardare le fonti di finanziamento destinate ad investimenti in materia di viabilità e di edilizia scolastica. Ed esprime grande soddisfazione nell’avere adempiuto nel corso del 2018 agli obblighi inerenti il pagamento del contributo alla finanza pubblica per oltre 19 milioni di euro, e ad avviare numerose iniziative di carattere finanziario- patrimoniale, come la vendita della porzione del Palazzo del Governo per 3,4 milioni di euro. Le somme così acquisite , confluite nella quota di avanzo per investimenti, consentiranno con il Bilancio di Previsione di prossima adozione, di proseguire con l’intensa attività a sostegno dell’edilizia scolastica mediante la ricerca di nuove opportunità di riqualificazione di immobili da destinare appunto agli Istituti Scolastici di Secondo grado, tenuto conto del piano di razionalizzazione degli immobili ad uso scolastico che ha costretto questo Ente ad azzerare tutti gli affitti passivi che l’Ente non può più sopportare.

Cerami sottolinea la grande importanza dell’approvazione del bilancio pluriennale 2018/2020 ed il risultato della gestione 2018. Sebbene nell’ultimo triennio siano state ridotte le assegnazioni per le spese di funzionamento da parte della Regione siciliana –per il 2019 di circa euro 900.000,00 rispetto al 2018-, sarà infatti possibile investire sul territorio, grazie all’utilizzazione dei trasferimenti assegnati dal Ministero delle Infrastrutture per circa 11 milioni di euro nel quinquennio 2019-2023, per avviare alcuni lavori sulla viabilità provinciale gravemente compromessa dalla mancanza di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria e che, a causa dell’impossibilità registrata negli ultimi tempi di destinare somme a tale finalità, hanno in certi casi costretto l’Ente a severe limitazioni al traffico di numerose arterie al fine di evitare pericoli all’incolumità pubblica.

A ciò si aggiungono altri investimenti per un totale di € 16.000.000,00 sulla viabilità provinciale finanziati con i fondi del Patto per il Sud e l’A.P.Q, per i quali sono stati già stipulati accordi di collaborazione con l’Ufficio Speciale di progettazione istituito presso la Presidenza della

Regione ed altri in corso di stipula con altre strutture regionali riguardanti otto opere.