13/09/2019 13:17:00

Un partito di Conte prenderebbe il 21%

È il momento di Giuseppe Conte, che ha un indice di gradimento altissimo, al 43%, più del 41% di Salvini. Secondo l’ultimo sondaggio di Ema Acqua per Agorà, se il premier oggi fondasse un partito e si presentasse alle elezioni otterrebbe il 21% dei voti. Guardando alle formazioni già esistenti, la Lega oggi ha il 33,3%, seguita dal Pd al 23% e dal M5s con il 19,7%. Quindi Forza Italia al 7,8%, Fratelli d’Italia al 7, +Europa al 2,6, la Sinistra all’1,8. Sommando i voti dei due raggruppamenti, il centrodestra arriva al 48,1%, il centrosinistra al 47,1%.

Fa discutere la proposta del ministro Franceschini di correre alle regionali assieme al M5s, per estendere l’alleanza giallorossa anche alle realtà locali. L’idea piace a gran parte del Pd e al suo segretario Nicola Zingaretti. Non piace affatto a Matteo Orfini. Poco entusiasti anche i grillini che glissano l’invito con la scusa di «avere altre priorità». Tuttavia alcuni di loro non si sono detti del tutto contrari.