Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
07/10/2019 10:48:00

Sicilia, pilota taglia il traguardo e muore

Taglia il traguardo da vincitore, a bordo della sua auto,  si accascia e muore, colpito da un malore fulminante. Tragedia ieri pomeriggio, intorno alle 15, in Sicilia, sul percorso dello Slalom del Mediterraneo,  a Modica.

A perdere la vita , Corrado Perolini di 55 anni. Per l'uomo inutili i soccorsi.  Un decesso legato ad un malore improvviso, forse per lo stress che ha affrontato nel corso della gara a cronometro su diverse manche. 

La procura di Ragusa, dopo gli accertamenti e dopo la ricognizione cadaverica che ha accertato il decesso, ha riconsegnato la salma ai familiari che, nel frattempo, si erano portati sul posto.

Ieri si è corsa a Modica la 6° edizione dello Slalom del Mediterraneo valevole anche come tappa del Campionato Siciliano Aci Sport. Uno slalom che si articola in tre manche cronometrate e che si corre sul circuito di San Marco-Mista di 2 chilometri e 700 metri con pendenza media del 13 per cento e con 10 postazioni di rallentamento.  In segno di lutto la gara è stata sospesa.

Corrado Perolini, nella gara di ieri, si era classificato primo concludendo la terza manche da vincitore.

Corrado Perolini era molto conosciuto a Noto, dove aveva aperto anche una panineria con il figlio 25enne, che, peraltro, lo aveva accompagnato a Modica ed era con lui durante lo slalom.