29/03/2020 07:00:00

Coronavirus, parziali misure di contenimento nei tribunali. La denuncia dei sindacati

Cgil, Cisl e Uil denunciano che in alcuni uffici del Ministero della Giustizia in provincia di Trapani, solo parzialmente ci si sta attenendo alle direttive in materia di contenimento del Coronavirus.

«Ancora oggi - affermano Antonella Granello (Fp Cgil), Marco Corrao (Cisl Fp) e Gioacchina Catanzaro (Uilpa) - una percentuale elevata di personale viene giornalmente chiamata ad assicurare i presidi individuati per i servizi urgenti e indifferibili, snaturando il principio stesso di presidio. Tutto ciò ci stupisce poiché tale atteggiamento appare ingiustificato da parte dei capi ufficio. Ricordiamo, infatti, che con il Dpcm (Decreto del presidente del Consiglio dei ministri, ndc) dell'11 marzo 2020 è stato disposto che fatte salve le attività strettamente funzionali alla gestione dell'emergenza, le pubbliche amministrazioni, assicurano lo svolgimento in via ordinaria delle prestazioni lavorative in forma agile del proprio personale dipendente, anche in deroga agli accordi individuali e agli obblighi informativi ed individuano le attività indifferibili da rendere in presenza. Qualora non sia possibile ricorrere al lavoro agile - osservano i sindacalisti - , le amministrazioni possono motivatamente esentare il personale dipendente dal servizio».