03/04/2020 09:10:00

Funivia di Erice, i lavoratori in cassa integrazione

 È stato siglato con i sindacati di categoria l'accordo per la cassa integrazione straordinaria (cigs) in deroga, di nove settimane, per i dipendenti della funivia di Erice, con il mantenimento delle attività amministrative indispensabili ed indifferibili, richiesta dal Consiglio di Amministrazione della FuniErice per crisi aziendale dovuta all’emergenza epidemiologica COVID-19.


L’accordo siglato prevede che il personale sia posto in cassa integrazione dal 30 marzo al 31 maggio 2020, usufruendo delle indennità previste dal Decreto Legge del 17 marzo 2020, n. 18, al fine di equilibrare, parzialmente, l’assenza degli incassi storici medi del periodo a causa delle disposizioni governative sulle restrizioni della mobilità di persone e gruppi organizzati.


L’accordo scaturisce da una deliberazione del CdA del 23/03/2020, con la quale il Presidente-Amministratore Delegato, Franco Palermo, unitamente al Direttore Generale, Germano Fauci, sono stati incaricati di attivare tutte le procedure necessarie a salvaguardare la continuità della vita aziendale della FuniErice Service Srl in una situazione emergenziale mondiale: il provvedimento dell’organo amministrativo, già ratificato dal Comune di Erice, ha previsto, inoltre, l’annullamento delle prove e delle verifiche annuali per la riapertura al pubblico, prevista per il giorno 31 marzo 2020, e la conseguente sospensione del servizio di trasporto pubblico locale a mezzo fune da e per Erice Capoluogo.


"In questa situazione surreale - afferma Franco Palermo, Presidente della FuniErice - la società si è trovata a dover affrontare una crisi improvvisa e inaspettata che, con grande senso di responsabilità di tutti i lavoratori, ognuno per il proprio ruolo, si è fronteggiata, per il momento, sia garantendo, nonostante le palesi difficoltà, la conclusione delle attività di manutenzione e dei controlli relativi alla terza revisione speciale dell’impianto funiviario Trapani-Erice, sia accettando le misure di protezione economiche e finanziarie poste in essere dall’azienda con l’attivazione della cassa integrazione".