03/05/2020 13:30:00

Federazione Italiana Pallavolo in soccorso dei club. Ecco gli interventi economici e le decisioni dopo il blocco dei campionati

L'eccezionalità del periodo storico che vive l'Italia ha indotto anche lo sport e le federazioni delle singole discipline affiliate al CONI a cantierare manovre economiche speciali. Tra queste federazioni c'è sicuramente la FIPAV (Federazione Italiana Pallavolo) che ha adottato il provvedimento del taglio dei costi ai club per le motivazioni a tutti noi note (stallo economico dell'intero movimento a causa della crisi sanitaria da Coronavirus, ndr). La conclusione dei campionati e dell’attività giovanile di base ha creato perdite che studi federali hanno stimato in oltre 20 milioni di euro per la pallavolo di base. A cui si aggiungono i quasi 29 milioni per quella di vertice (club di serie A, dati forniti dalla Lega Serie A Maschile e Femminile).

La FIPAV, per salvaguardare le oltre 4000 società presenti su tutto il territorio, ha confermato le misure economiche decise a sostegno delle società in questa fase e le altre decisioni adottate in seguito al blocco dei campionati a causa della pandemia. Queste le misure per il mondo della pallavolo: la riduzione del contributo di tesseramento Coni e agevolazioni per atleti e tecnici; l'azzeramento di contributi di iscrizione e la cancellazione delle tasse gara nei campionati giovanili (il tutto per favorire la ripartenza del volley italiano, attraverso la partecipazione ai campionati giovanili. Il valore economico complessivo di questo provvedimento è pari a 1 milione 876 mila e 650 euro); la riduzione della quota di affiliazione a carico delle società a 15 euro (comprensivi del tesseramento di 6 dirigenti). 

Il presidente Claudio Martinelli ha inoltre discusso con i club il piano per la ripartenza dell'attività e dei campionati, e la messa in sicurezza e igienizzazione di palestre e impianti. Martinelli ha poi ricordato il provvedimento governativo che ha creato presso il Credito Sportivo una disponibilità di 100 milioni per finanziamenti a tasso zero per i soggetti sportivi (tra cui società e associazioni sportive dilettantistiche) che non possono accedere al Fondo centrale di Garanzia per le PMI.

Infine, in materia di campionati la Federvolley ha confermato: "nessuna promozione e nessuna retrocessione nei campionati territoriali. La classifica di ciascun campionato viene congelata al 4 marzo e avrà validità ai fini della classifica avulsa per la graduatoria delle integrazioni nei campionati superiori".

Infine alle società verranno restituite le somme già versate per le gare non disputate.

Emanuele Giacalone