09/02/2021 00:00:00

Sicilia, Razza prova a chiedere la "zona gialla" per San Valentino. Ristoratori in attesa

L'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza si sbilancia e conferma che proverà a chiedere la zona gialla per la Sicilia a partire da San Valentino. Questo annuncio ha già fatto scattare i preparativi per bar e ristoranti che sperano possa essere il giorno del rilancio. 

“Chiederemo un anticipo al Ministero, in caso di passaggio in zona gialla, in modo tale da poter far respirare tutti quelle categorie più penalizzate e che continuano a pagare questo stato d’emergenza”, ha detto Razza.

E sulla possibile riapertura che proverebbe ad ottenere Razza per il giorno di San Valentino c'è il commento di uno degli chef e ristoratori sicilinani più conosciuti Natale Giunta. “Non posso che essere contento – dice  Giunta -. Speriamo di avere la certezza quanto prima, per noi sarebbe importante. Non possiamo però dimenticare quanto questi continui apri e chiudi ci danneggino, non sono delle direttive adatte alla ristorazione. E’ sempre tutto un dubbio. Devo andare a fare eventualmente la spesa per organizzarmi, dovrei magari poter promuovere l’apertura per San Valentino, ma come detto non ci sono certezze, e questo non va bene”.

Le regole in zona Gialla - Bar e i ristoranti sono aperti fino alle 18 con servizio al tavolo, poi solo asporto. Sono aperti anche gli alberghi e all’interno i bar e i ristoranti rimangono aperti a disposizione dei clienti che vi alloggiano.

Se la Regione, se è in fascia gialla, ci si può spostare senza limitazione. I musei e le mostre sono aperti soltanto il venerdì, chiusi il sabato e la domenica. È raccomandata la prenotazione online e in ogni caso all’interno delle sale si deve mantenere la distanza e i tempi sono contingentati. Seconde case - Fuori dalla Regione potrà andare soltanto chi dimostra di avere la casa di proprietà o con un contratto di affitto firmato prima del 14 gennaio 2021.

Centri commerciali -  Attività chiuse nelle giornate festive e pre-festive, fatta eccezione per le farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie. Coprifuoco, valido in tutte le zone dalle 22 alle 5 del mattino successivo.