03/04/2021 10:13:00

Il bando per assumere 2800 tecnici nel Sud Italia 

 Sarà pubblicato in Gazzetta ufficiale martedì 6 aprile, (nella sezione Concorsi ed esami) il bando per l'assunzione di 2.800 tecnici nelle amministrazioni del Mezzogiorno, dopo la firma del decreto del presidente del Consiglio dei ministri, su proposta della ministra del Sud, di concerto con i ministri della Pubblica Amministrazione e dell'Economia. I vincitori saranno assunti a tempo determinato, per un periodo non superiore a 36 mesi, presso varie PA in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Saranno impiegati per supportare le amministrazioni pubbliche nell’attuazione dei progetti legati al Recovery Plan.

"È la prima sperimentazione di selezioni fast track nella Pubblica amministrazione", afferma il ministro della Pa, Renato Brunetta, in una nota: "Abbiamo stabilito un cronoprogramma serrato: 100 giorni dalla pubblicazione del bando all'assunzione" con prove "in piena sicurezza".

Le assunzioni, ricorda il ministero, erano state deliberate dal precedente Governo e finanziate nell'ambito del Pon Governance 2014-2020 con i fondi europei della coesione destinati alle regioni meno sviluppate. Dal momento della pubblicazione del bando ed entro i successivi 15 giorni sarà possibile presentare le candidature sulla piattaforma digitale "Step One 2019", gestita dal Formez, per partecipare alle procedure che permetteranno l'assunzione rapida a tempo determinato (massimo 36 mesi) di 2.800 tecnici qualificati, chiamati a supportare le amministrazioni pubbliche di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia nell'attuazione dei progetti del Recovery plan. Formez cura anche la pianificazione e l'organizzazione della logistica delle sedi per la prova scritta in sedi decentrate.

Una prima graduatoria di circa 8.400 candidati idonei sulla base dei titoli sarà pronta per maggio, mentre la prova scritta in modalità telematica, differenziata per i cinque profili, si svolgerà a giugno. Le procedure dovranno concludersi entro 100 giorni dal bando, dunque entro il mese di luglio, con la pubblicazione delle graduatorie di vincitori e idonei e l'avvio delle procedure di assunzione.
Tutte le fasi, viene sottolineato, si svolgeranno nel rispetto del nuovo Protocollo per lo svolgimento dei concorsi pubblici, validato dal Comitato tecnico-scientifico, che introduce obblighi stringenti, tra cui quello di indossare la mascherina Ffp2 e di effettuare il tampone nelle 48 ore precedenti la prova. Un obbligo che vale per tutti i candidati, anche quelli già vaccinati, e per tutti i membri delle commissioni.

LA SELEZIONE
La procedura di selezione 'fast track' prevede quattro step: selezione automatica sulla base dei titoli attraverso la piattaforma "Step One 2019"; unica prova scritta diversa per ciascun profilo, con test a risposta multipla da svolgersi a giugno in apposite sedi decentrate (in modo da limitare al massimo gli spostamenti interregionali) in modalità digitale (pc/tablet). Ai candidati potranno essere somministrati 40 quesiti a cui rispondere in 60 minuti. Il punteggio massimo sarà di 30 punti, il minimo di 21/30. Lo svolgimento della prova, viene ancora spiegato, avverrà nel pieno rispetto della trasparenza della procedura e del principio dell'anonimato. Il sistema attribuirà i risultati (in forma anonima) dei questionari ai nominativi dei candidati; pubblicazione delle graduatorie; assunzione.

FIGURE RICHIESTE
Sono cinque i profili richiesti: tecnici ingegneristici, esperti in gestione, rendicontazione e controllo, progettisti, animatori territoriali, esperti di innovazione sociale, amministrativi giuridici, process data analyst. Lo spiega il ministero della Pubblica amministrazione, sottolineando che "i nuovi assunti serviranno a irrobustire la capacità amministrativa del Sud, anche in vista della sfida del Recovery plan".

I 2800 posti di lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni meridionali messi a bando saranno rivolti ai seguenti profili:

1. Tecnici ingegneristici – progettazione tecnica, esecuzione di opere e interventi pubblici e gestione dei procedimenti legati alla loro realizzazione.
2. Esperti in gestione, rendicontazione e controllo – supporto alla programmazione e pianificazione degli interventi, nonché alla gestione, al monitoraggio e al controllo degli stessi ivi compreso il supporto ai processi di rendicontazione richiesti dai diversi soggetti finanziatori, anche attraverso l’introduzione di sistemi gestionali più efficaci e flessibili tra le Amministrazioni e i propri fornitori.
3. Progettisti, animatori territoriali, esperti di innovazione sociale – progettazione e gestione di percorsi di animazione e innovazione sociale fondati sulla raccolta dei fabbisogni del territorio e la definizione e attuazione di progetti/ servizi per la cittadinanza.
4. Amministrativi giuridici – supporto alla stesura ed espletamento delle procedure di gara ovvero degli avvisi pubblici nonché della successiva fase di stipula, esecuzione, attuazione, gestione, verifica e controllo degli accordi negoziali derivanti.
5. Process data analyst – analisi dei sistemi esistenti e definizione di elementi di progettazione di dati logici per i sistemi richiesti dai fabbisogni.

REQUISITI
Il bando è rivolto a laureati e per accedere a tutti i profili sono ammesse tutte le lauree. Saranno valutate le esperienze specifiche dei candidati nei profili professionali da coprire.

POSTI A CONCORSO
Le assunzioni nelle PA effettuate mediante il concorso per tecnici saranno così distribuite:
* n. 243 – varie Amministrazioni in Abruzzo;
* n. 119 – varie Amministrazioni in Basilicata;
* n. 365 – varie Amministrazioni in Calabria;
* n. 642 – varie Amministrazioni in Campania;
* n. 78 – varie Amministrazioni in Molise;
* n. 481 – varie Amministrazioni in Puglia;
* n. 318 – varie Amministrazioni in Sardegna;
* n. 497 – varie Amministrazioni in Sicilia;
* n. 57 – varie sedi Dipartimento per le politiche di coesione (DPCOE), Agenzia per la Coesione Territoriale (ACT), Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro (ANPAL), Ministero del Lavoro.

LA PROCEDURA CONCORSUALE
La selezione seguirà le nuove modalità per i concorsi pubblici introdotte dal Governo e sarà organizzata all’insegna del c.d. fast track, cioè in maniera digitale, innovativa e semplificata. L’obiettivo è assumere i vincitori entro 100 giorni dall’avvio del concorso, quindi entro il mese di luglio 2021. La procedura concorsuale sarà organizzata in collaborazione con Formez e i candidati saranno selezionati con le seguenti modalità:
* selezione automatica e informatizzata, attraverso la piattaforma web Formez Step One 2019, sulla base dei titoli di studio e professionali che andranno inseriti nel sistema mediante due apposite schede;
* formazione automatica di 5 graduatorie, una per profilo, per individuare i candidati da ammettere alla prova scritta;
* prova scritta unica, dversa per ciascun profilo a concorso, mediante la somministrazione di test a risposta multipla, che si svolgerà nel mese di giugno in modalità digitale (pc/tablet), presso apposite sedi decentrate. I candidati dovranno rispondere in 60 minuti a 40 quesiti. Il punteggio massimo attribuibile sarà di 30 punti e la prova sarà superata con un punteggio minimo di 21/30;
* attribuzione da parte del sistema digitale dei risultati (anonimi) deiquestionari ai nominativi dei candidati e formulazione della graduatoria finale da parte delle commissioni esaminatrici.

DOMANDA
Le domande di partecipazione al concorso per tecnici al Sud andranno presentate in via telematica, tramite la piattaforma web Step One 2019, entro 15 giorni dalla pubblicazione del bando. Per compilare e inviare le domande occorrerà effettuare l’accesso con le credenziali SPID.