07/04/2021 11:09:00

La giovane russa non è Denise. Ecco cosa si è scoperto 

La giovane ragazza russa non è Denise. Manca solo l'ufficialità, ma l'indiscrezione ormai trapela da più fonti. E insomma, è stato un modo come un altro per fare un po' di spettacolo in tv (in Russia, e non solo), su una vicenda tragica.

Da oltre una settimana non si parla d’altro che della possibilità che Denise Pipitone sia stata finalmente trovata dopo quasi 17 anni. La speranza è stata rinverdita quando è emersa la storia di Olesya, ragazza 20enne russa che ha una forte somiglianza con Piera Maggio (la madre della bimba scomparsa nel 2004) e che ha rivelato di non sapere chi siano i genitori. Si attende questa sera la pubblicazione dei risultati del DNA, risultati che verranno dati in esclusiva dal programma russo che ha diffuso la storia di Olesya.

Sebbene al momento non vi siano fonti certe, pare che la giovane russa non sia Denise Pipitone. Secondo quanto sta emergendo in rete, infatti, durante la trasmissione Olesya avrebbe incontrato la vera sorella: Anastasia Nikulina. Del risultato del test sarebbe ovviamente a conoscenza anche il legale di Piera Maggio, il quale ha richiesto di essere informato sull’esito in anticipo. Ma se la trasmissione ha volutamente celato i risultati, com’è emerso l’esito? Pare che in queste ore Anastasia e Olesya si siano aggiunte sui social e che la sorella ritrovata abbia postato delle foto insieme al conduttore della trasmissione.

Si resta quindi tutti legati al palinsesto dopo lo scoop sulla ragazza che non ricorda nulla dei suoi primi quattro anni di vita. Tutti incatenati alle pubblicità che anche ieri trasformavano questa pena infinita in una sorta di spettacolo da stiracchiare al massimo. Perché il giovane conduttore che pubblica i suoi selfie con Olesya ha alimentato l’attesa con un promo annunciando di far convergere in studio tre diverse storie di donne, tutte “candidate” ad essere la mamma della giovane abbandonata e finita in orfanotrofio.