×
 
 
21/01/2022 06:00:00

  Covid. Raggiunto il picco in Sicilia. Ma si va in zona arancione

Oggi verrà dichiarata la zona arancione per tutta la Sicilia. Non cambia nulla in un terzo dei Comuni siciliani, tra cui tutti quelli della provincia di Trapani.

E non cambia nulla per i vaccinati e i guariti dal Covid. Ma la zona arancione certifica che, nonostante i segnali di rallentamento, l’emergenza non è passata e la situazione negli ospedali resta critica. L’Isola da giorni ha ormai sforato il 20% di occupazione dei posti letto in terapia intensiva, ultimo parametro che la faceva restare in zona gialla.
Il commissario per l'emergenza covid a Palermo, Renato Costa, non ha dubbi: "In Sicilia siamo già nel picco di questa ondata, lo capiamo da alcuni parametri in diminuzione, come i contagi, i tamponi.
Gli ospedali sono in una fase di stallo, speriamo che nel giro di una decina di giorni la situazione migliori".


I dati della settimana appena trascorsa, dice il report Gimbe, fanno registrare una performance in peggioramento per i casi attualmente positivi per 100.000 abitanti (3.777) ma si evidenzia una diminuzione dei nuovi casi (-16%) rispetto alla settimana precedente. Sopra soglia di saturazione i posti letto in area medica (36,4%) e in terapia intensiva (20,2%) occupati da pazienti Covid-19. La popolazione che ha completato il ciclo vaccinale è il 73,8% (media Italia 79,6%) a cui aggiungere un ulteriore 5,3% (4,1%) solo con prima dose. Il tasso di copertura vaccinale con terza dose è del 63,5% (70,8%). La popolazione 5-11 che ha completato il ciclo vaccinale è il 2,5% (5,2%) a cui aggiungere un ulteriore 18,2% (19,9%) soltanto con prima dose.


I dati in provincia di Trapani
Risalgono nuovamente i positivi in provincia di Trapani. Sono 13.354, in aumento rispetto al dato di ieri quando erano 12.835. C'è un solo negativizzato nelle ultime 24 ore, sono 26723. Si registra ancora una vittima del Covid nel trapanese, sono 482 dall’inizio della pandemia. Questi i dati del nuovo report dell’Asp di oggi, 20 gennaio 2022. Sono dieci le persone in terapia intensiva (+1), stabili i ricoveri in semi-intensiva 16, e una persona in più in regime ordinario 94. In risalita i contagi a Trapani, con 2782 casi e Marsala con 2327.
Questi i numeri aggiornati nelle città della provincia, tra parentesi il dato di mercoledì – Alcamo 1009 (1008); Buseto Palizzolo 53 (50); Calatafimi-Segesta 192 (188); Campobello di Mazara 494 (412); Castellammare del Golfo 475 (464); Castelvetrano 972 (937); Custonaci 273 ; Erice 1066 (1023); Favignana 104 (102); Gibellina 93 (91); Marsala 2327 (2217); Mazara del Vallo 1334 (1276); Paceco 445 (432); Pantelleria 171 (167); Partanna 322 (304); Petrosino 133 (132); Poggioreale 41 (40); Salaparuta 63 (60); Salemi 247 (240); San Vito Lo Capo 192 (190); Santa Ninfa 145 (141); Trapani 2782 (2631); Valderice 453 (439); Vita 18 (/).
Totale casi attuali positivi 13354 (mercoledì erano 12835); Deceduti in totale 482(+1); Guariti in totale: 26723 (il dato di ieri 26722); Ricoverati in Terapia intensiva attuali: 10 (+1); Ricoverati del territorio in Terapia semi-intensiva attuali 16 (/); Ricoverati in degenza ordinaria: 94 (+1); Ricoverati in RSA e Covid Hotel 25 (-2). Tamponi molecolari, dato parziale: 209; Tamponi per la ricerca dell’antigene: 1374.

La situazione in Sicilia
Sono 7.997 i nuovi casi di Covid19 registrati a fronte di 46.517 tamponi processati in Sicilia.
Il giorno precedente i nuovi positivi erano 8.133.
Il tasso di positività scende al 18,4 % ieri era al 18,5%.
L'isola è al nono posto per contagi. Gli attuali positivi sono 197.017 con un aumento di 6.215 casi. I guariti sono 1.728 in un giorno, mentre le vittime sono 34 e portano il totale dei decessi a 8.087. Sul fronte ospedaliero sono 1.573 ricoverati, con 17 casi in più rispetto a mercoledì; in terapia intensiva sono 170, lo stesso numero rispetto a mercoledì. Sul fronte del contagio nelle singole province: Palermo con 1.956 casi, Catania 1.979, Messina 586, Siracusa 804, Trapani 627, Ragusa 779, Caltanissetta 541, Agrigento 620, Enna, 105.

 

 


"Ovunque tu sia", presentato a Palermo il documentario sulla campagna vaccinale anti Covid
È il racconto di due anni frenetici, intensi. Di giornate interminabili e di notti in bianco trascorse a combattere un nemico invisibile, pericoloso e all'inizio sconosciuto. È la storia della professionalità e del sacrificio di medici, infermieri e amministrativi che, in piena pandemia da Coronavirus, dalla Fiera del Mediterraneo e, poi, ovunque fosse necessaria la loro presenza, hanno garantito a migliaia di persone al giorno l'accesso gratuito al vaccino. Cioè alla prevenzione della malattia, lo strumento più efficace al momento disponibile.
Ieri pomeriggio, al padiglione 20 dell’hub vaccinale di Palermo, è stato proiettato il documentario “Ovunque tu sia”, a cura del Centro regionale per l’inventario (Cricd), promosso dagli assessorati regionali alla Salute e ai Beni culturali e all’Identità siciliana. Ventisette minuti che, attraverso le immagini e le parole dei protagonisti, descrivono la campagna di vaccinazione nel capoluogo siciliano. Ad assistere alla proiezione erano presenti, tra gli altri, il dirigente generale del dipartimento di Pianificazione strategica dell'assessorato alla Salute, Mario La Rocca, il direttore e il commissario straordinario del Cricd, Laura Cappugi e Pietro Giuseppe Giammalva, e il commissario all’emergenza Covid della Città Metropolitana di Palermo, Renato Costa.

La campagna vaccinale a Marsala
Marsala è tra i pochi comuni che superano l'80% dei vaccinati con ciclo primario completato (82,46%); mentre raggiunge la percentuale dell'88,16% per quanto riguarda i vaccinati con almeno una dose. Secondo il sindaco Massimo Grillo “sono dati lusinghieri e confortanti, cui questa Amministrazione - al fine di incrementare le vaccinazioni - ha pure contribuito sia con una campgna di informazione su canali social istitruzionali, sia mettendo a disposizione dell'Asp alcuni locali, come l'Autoparco e il Teatro Impero”.
Però è inesatto il Comune nel parlare della fascia d’età pediatrica, in quanto la vaccinazione per i bambini è cominciata a dicembre, non “un paio di settimane fa”. E se la campagna di informazione, gli open day e l’apertura del Teatro Impero, per spingere la campagna pediatrica fosse partita prima probabilmente non ci sarebbe stato bisogno di insistere (inutilmente) con la chiusura delle scuole.
In particolare, percentuali di tutto rilievo si registrano tra gli Over 60, dove i vaccinati con almeno una dose sono il 98,12% e quelli a ciclo primario completo si attestano al 95,06%. Dati di tutto rispetto anche nella fascia d'età 12/59 anni: i vaccinati con una sola dose sono l'89%; quelli a ciclo completo l'83,99%. A Marsala anche nella fascia 5/11 anni, la vaccinazione registra il più alto numero di bambini con prime dosi (1648), pari al 34,41%. A tal riguardo, fino al prossimo 28 Gennaio continuano all'Impero le vaccinazioni pediatriche, senza prenotazione, dalle ore 14:00 alle ore 19:00.
Intanto, oggi - Venerdì 21 Gennaio - ancora un appuntamento con la vaccinazione al Mercato Campagna Amica di Marsala, con ingresso da via Lungomare 25 (di fronte rifornimento) e da via Verdi (adiacente al Commissariato PS). La Coldiretti ha reso disponibili i locali dalle ore 8:00 alle 13:00, con punto vaccinale cui possono recarsi adulti e bambini, senza prenotazione. Ai piccoli vaccinati, Coldiretti Donne e Giovani Impresa doneranno uno zainetto con olio extravergine d’oliva e frutta. L’ennesima iniziativa che Coldiretti ha avviato in tutto il territorio nazionale per fronteggiare l’epidemia è organizzata in collaborazione con l’Asp di Trapani, con il coordinamento del Commissario straordinario Paolo Zappalà e del dirigente sanitario Gaspare Canzoneri.

 

 

Il virus in Italia
Sono 188.797 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute.
Ieri erano stati 192.320.
Le vittime sono invece 385 mentre ieri erano state 380. Secondo il bollettino del ministero della Salute, sono 2.682.041 gli attualmente positivi al Covid in Italia, con un incremento di 55.451 nelle ultime 24 ore. Dall'inizio della pandemia i casi totali sono 9.418.256 mentre i morti sono 142.590. I dimessi e i guariti sono invece 6.593.625, con un incremento di 143.029 rispetto a ieri.
Sono 1.110.266 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.181.889. Il tasso di positività è al 17%, in lieve aumento rispetto al 16,3% di ieri. Sono 1.698 i pazienti in terapia intensiva, 10 in più nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 155. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 19.659, ovvero 159 in più rispetto a ieri.

 



 

Made with Flourish