×
 
 
13/04/2022 10:07:00

C'è stata l'assemblea di Fratelli d'Italia a Marsala

 Si è tenuta nei giorni scorsi l’assemblea degli iscritti al partito di Fratelli D’Italia, circoli “Franca Marino Buccellato” di Marsala.

Oltre agli iscritti, la partecipazione è stata estesa a quanti già da tempo avevano manifestato interesse nei confronti del partito con il desiderio di contribuire alla sua crescita nel territorio con il buon proposito di una programmazione futura fatta di iniziative rivolte al territorio e a tutte le sue esigenze. Nel corso dell’assemblea si è programmata la campagna tesseramenti 2022 “che ha registrato sin da subito un grande incremento degli iscritti, frutto anche nell’immenso lavoro di Giorgia Meloni e della sua coerenza si qui dimostrata. La campagna proseguirà nelle principali piazze della città dando anche la possibilità a tutti i cittadini, con l’occasione, di rappresentare le problematiche del territorio” si legge nella nota.

All’assemblea, vi hanno partecipato il portavoce provinciale Avv. Maurizio Miceli, il coordinatore comunale Avv. Ignazio Billardello, l’assessore comunale Avv. Michele Milazzo e il consigliere comunale Lele Pugliese.
“La crescita del partito sul territorio nazionale non è frutto di mere oscillazioni statistiche bensì di una vera e propria tendenza in atto che prefigura una dinamica molto interessante nei mesi che separano ad un importante test elettorale come quello delle amministrative del prossimo autunno in Sicilia.
Ecco perché i rappresentanti del partito in provincia di Trapani, presenti anch’essi in assemblea, si stanno impegnando per dare una risposta ben precisa di un partito forte e unito che si candida ad essere il primo partito della provincia di Trapani, il partito del territorio” conclude la nota.

Intanto a Mazara Giorgio Randazzo e Fratelli d'Italia intervengono sulla questione degli avvisi di accertamento errati dell'Imu 2016 chiedendo al Comune di annullare gli avvisi sbagliati, senza aspettare le comunicazioni dal cittadino. Ecco la nota.


Ancora una volta questa amministrazione carica le proprie inefficienze sui cittadini. Questa volta forse c’è pure l'aggravante della malizia. Ben sapendo che i tributi locali decadono e si prescrivono entro il 31 dicembre del quinto anno successivo al periodo d'imposta, questa amministrazione ha atteso oltre i cinque anni inviando gli avvisi di accertamento al limite della prescrizione in alcuni casi e prescritti in molti altri , e se non fosse intervenuta la norma nazionale che ha prorogato la possibilità di emettere gli avvisi di accertamento entro il 31 marzo 2022 questa amministrazione avrebbe già compiuto un enorme danno erariale.
Sul caso specifico dell'IMU 2016 gli uffici finanziari hanno inviato oltre 4500 avvisi (con un costo di oltre 40mila euro) agli utenti mazaresi molti dei quali errati, non dovuti o addirittura con una tassazione prescritta per tutti i cittadini che l’hanno ricevuta o la riceveranno oltre il 31 marzo 2022, in quanto come ribadito dalla Suprema Corte di Cassazione a sezioni unite con la Sentenza n.24822/15 ( e numerose Commissioni Tributarie) in ordine alla prescrizione del tributo locale, si esclude il principio della postalizzazione per la prescrizione. Ed ecco che entra in gioco la possibile malafede dell’amministrazione tanto da imporre numerosi interrogativi:
-Tutto questo può essere generato da un errore informatico ?
- Possono Dirigente e P.O supervisionati da un ex funzionario delle Agenzia delle Entrate non sapere tutto ciò ?
- La prescrizione va eccepita con un ricorso alla commissione tributaria e se non lo si fa l’avviso di accertamento rimane in vita. Dopo quanto successo con la TARI nei mesi precedenti, con centinaia forse più, di istanze di rettifica o annullamento ancora non evase, siamo sicuri di poterci fidare di questa gestione finanziaria con una semplice email o PEC per come suggerito dall’Amministrazione comunale?
- Quanti saranno i cittadini informati che procederanno a fare il giusto ricorso per vedersi annullare l’avviso di accertamento prescritto?
- E’ provato che questa amministrazione non rispetta gli impegni. E’ opportuno fidarsi della promessa che annulleranno in autotutela gli avvisi di accertamento in tempo utile per non cristallizzare l'atto con la naturale consequenzialità che domani arriveranno ai cittadini le ingiunzioni di pagamento?
Ancora una volta l'ufficio tributi ha mostrato la propria inefficienza e ci sentiamo di affermare che la responsabilità è tutta della dirigente e della posizione organizzativa, volendo escludere in buona fede la responsabilità politica su atti burocratici ma non si può sottacere sul fatto che questa emissione aumenta di fatto la capacità di spesa del Comune e che ancora una volta la Corte dei Conti potrà riaffermare una prassi che già ha determinato il disavanzo di oltre 30 milioni di euro che dovremmo recuperare nei prossimi 14 anni, salvo dissesto.
Non illudiamoci che con una semplice mail o con la richiesta di appuntamento si possa risolvere tutto, questa amministrazione non ha lo storico per essere credibile in tal senso.
Mazaresi, pretendete l’annullamento contestualmente all’istanza o presentate ricorso che è più semplice di quanto si pensi, dato che questa amministrazione non ha la capacità e la volontà di farsi carico del grande errore annullando in autonomia gli avvisi e magari di spendere una buona volta i soldi pubblici non per qualcosa che i cittadini non devono ma per qualcosa di più serio e dignitoso che meritano, ovvero una lettera di scuse !
Forse si spera nell’errore di qualche cittadino per racimolare qualche migliaia di euro in più ?
Per una volta ci vogliamo fidare delle parole del Sindaco secondo cui la Dirigente rappresenta la causa dei mali finanziari del Comune e di conseguenza ci aspettiamo la sua immediata rimozione insieme a quella della Posizione Organizzativa, corresponsabile e grande esempio di presunzione e maleducazione nei confronti di molti contribuenti recatisi negli uffici per i “doverosi” chiarimenti.



Native | 2022-06-29 11:05:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

Ritorna lo Special Price di Bonini anche sullo store online

Prezzi pazzi per questa estate su Boninistore.com. Sul negozio di abbigliamento online con i più esclusivi brand uomo/donna, prezzi speciali su articoli selezionati sino ad esaurimento scorte! Vai sul sito Boninistore.com, clicca sulla...

Studio Culicchia | 2022-06-27 09:10:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

Il cruscotto per il controllo dell’azienda

Quanti direttori d’azienda dispongono di un quadro comandi per il controllo della propria azienda? Come il cruscotto delle nostre auto ci da una serie di informazioni utili per avere il controllo dell’auto durante i nostri viaggi o...

  • Tp24 Tv
  • RMC101
  • Podcast
  • Inchieste
https://www.tp24.it/immagini_banner/1654873647-renault-megane.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1654636732-nuovo-impianto-inerti.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1654680150-febal-casa-completa-12000.jpg
<