15/04/2012 07:37:40

L'Emmegi Engineering promossa in Serie A2

In un “Pala Bellina” stracolmo di gente, la squadra di Paolo Giribaldi ha coronato una stagione condotta sempre in testa alla classifica. L'atto finale di un cammino trionfale, questo pomeriggio in casa: davanti a mille spettatori, l'Emmegi Engineering ha vinto contro il Lardini Filottrano, rendendo incolmabile il distacco sulla seconda in classifica.
Dopo cinque campionati consecutivi di B1, per la squadra marsalese è la prima volta tra le “grandi” della pallavolo femminile. La promozione è frutto della professionalità della dirigenza, della competenza di sponsor appassionati e della bravura di atlete che hanno lavorato e creduto sin dal primo momento nella vittoria. Della bravura della Romanò, dell'esperienza e del valore di capitan Casoli, della classe della Picerno, della duttilità della Mazzulla, della capacità della Pinzone, della solidità della Iazzetti, della potenza di Panucci e Bellapianta, ma anche di atlete come Patti, Ciulla, Di Girolamo e Pace che hanno dato il loro apporto al raggiungimento di un obiettivo frutto del lavoro di una vera Squadra. Ed è merito di un allenatore del valore di Paolo Giribaldi che, per la terza volta consecutiva, ha condotto una squadra siciliana in A2: dopo Lercara ed Aragona, ha guidato quest'anno alla promozione l'Emmegi Engineering.
La partita con il Lardini Filottrano è stata avvincente, tirata e combattuta. Combattuta punto a punto con un'altalena di emozioni che ha messo a dura prova la “resistenza” del presidente, Massimo Alloro, del vice, Roberto Marino e del direttore sportivo, Maurizio Buscaino.
Nel primo set le marsalesi hanno annullato 3 set-point al Lardini prima di chiudere con la Panucci sul 27-25. Filottrano non molla, lotta su tutti i palloni e riesce a condurre in porto il secondo set per 27-25. Altro set (il terzo) dalle mille emozioni ed altra grande prova dell'Emmegi Engineering che dal 22-24 riesce a chiudere sul 27-25 grazie alla solidità a muro della Pinzone ed all'efficacia in attacco di Panucci. Sulle ali dell'entusiasmo, trascinata dal tifo “infernale” del pubblico l'Emmegi Engineering ha vinto set (25-19 con punto finale del capitano Casoli) partita e campionato.