04/06/2015 06:30:00

Il Sindaco di Alcamo Bonventre è indagato per abuso e lesioni. Fundarò: "Si dimetta"

13,15 -   Spunta fuori una presunta appartenenza di Bonventre ad una loggia massonica, notizia venuta fuori durante uno degli ennesemi capitoli giudiziari con Niclo Solina (Abc), sconfitto dall’attuale primo cittadino. «Invito – replica Bonventre - a leggere l’elenco ufficiale dei massoni italiani, che è pubblico per legge. Non troverà affatto il mio nome». Il sindaco preannuncia querele. 

07,00 - Ancora acque agitate ad Alcamo dove il Sindaco Sebastiano Bonventre è sul punto di dimettersi. Ha ricevuto infatti un avviso di garanzia  per abuso di ufficio e lesioni personali - come annunciato pubblicamente dallo stesso Bonventre durante le celebrazioni della Festa della Repubblica - in relazione alla vicenda allontanamento dei lavoratori Asu per assenze protratte e ripetute. "La cosa mi pare non solo paradossale - dichiara Bonventre - perché esercitare una facoltà non può essere abuso (anche perché colpisce solo me e non l'intera giunta che ha assunto il provvedimento), ma addirittura calunniosa nella parte che si riferisce a lesioni personali". Secondo rumor insistenti oggi davvero Bonventre potrebbe rassegnare le dimissioni mettendo fine ad una delle sindacature più tormentate nella storia di Alcamo, a cominciare dalla contestazione del conteggio dei voti fatta dall'avversario Solina. Oggi intanto alle 17 Bonventre sarà ricevuto dal Prefetto Falco, al quale ha chiesto un incontro. Sono in tanti a chiedere le dimissioni di Bonventre, tra questi Massimo Fundarò, ex vicesindaco-assessore nella giunta Bonventre nonché segretario regionale di Sel. Massimo Fundarò ieri mattina ha inviato una lettera rivolta a Bonventre, invitandolo a dimettersi. Ecco il testo:

Signor Sindaco, credo che la nostra cara città stia attraversando uno dei momenti più bui della sua storia.

Alcamo è una città in declino!

Una pesante e lunga crisi economica coinvolge ogni settore della vita produttiva: agricoltura, artigianato, edilizia, commercio registrano ogni giorno chiusure e fallimenti.

Questa difficilissima situazione ha come corollario una drammatica questione sociale. Non c'è lavoro, la disoccupazione ha raggiunto livelli intollerabili non solamente fra i giovani ma anche tra i cinquantenni.

Sarebbe ingiusto ed ingeneroso attribuire a lei ed alla sua giunta responsabilità per questa crisi che ha ragioni strutturali profonde e complesse.

Se dobbiamo individuare delle colpe politiche, il nostro sguardo andrebbe rivolto all'Europa dell'austerità, ed all'indifferenza ed all'incapacità del governo nazionale e regionale.

Ma non posso non rilevare, la mancanza di qualsiasi atto, di qualsiasi iniziativa da parte sua volta a contrastare od ad alleviare questa lenta agonia, questo declino inesorabile che avvolge la nostra città.

Signor Sindaco, non io, ma la stragrande maggioranza delle cittadine e dei cittadini, registrano la sua inutilità.

Lei ha dimostrato di essere assolutamente inadeguato a svolgere il ruolo per il quale è stato eletto dai cittadini.

Guidare il Comune, non è come presiedere il Rotary od un club di servizio, richiede un impegno assiduo ed esclusivo, lei non ha garantito ne' l'uno ne' l'altro.

I suoi propositi di discontinuità rispetto al passato sono stati disattesi. Le sue promesse di cambiare verso non si sono mai realizzate.

Le ultime notizie riguardanti la sua affiliazione alla Massoneria sono disarmanti. E' giunto il momento di dire, finalmente, la verità.

Alla luce di queste amare considerazioni, la invito a rassegnare le dimissioni, a togliere il disturbo.

Forse, questo suo estremo atto di coraggio e di dignità, le eviterà di essere ricordato come uno dei peggiori sindaci che Alcamo abbia avuto nella sua storia recente.

 



Native | 2021-10-24 09:15:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

I cento anni di Domenico Poiatti

Mazara del Vallo Ricorre oggi, 24 ottobre 2021, il centenario della nascita di Domenico Poiatti, fondatore dell’omonimo pastificio, che oggi produce la pasta di solo grano duro siciliano che arriva sulle tavole di tutto il mondo. Giovane di...

  • Tp24 Tv
  • RMC101
  • Podcast
  • Inchieste
https://www.tp24.it/immagini_banner/1633423306-ris.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1633704416-super-toys-nuova-apertura.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1633533095-istituzionale-ottobre.jpg
https://www.tp24.it/immagini_banner/1633018040-emporio-armani.gif
<