31/08/2017 14:00:00

Inaugurato a Petrosino il progetto “La Sicilia nel bicchiere”

E’ stato inaugurato ieri sera, alla presenza di tantissimi amici e concittadini, il progetto “La Sicilia nel bicchiere” nato da un’idea dell’azienda petrosilena Terre del Sole Zerilli. Si tratta di un spazio pensato per avvicinarsi al mondo del vino, dell’agricoltura e dell’enologia in modo nuovo puntando sul contatto diretto con i luoghi da cui il vino ha origine.

“La Sicilia nel bicchiere” si trova infatti a Petrosino, all’interno dei vigneti della famiglia Zerilli e si pone l’obiettivo di essere un luogo di incontro capace di valorizzare sia il territorio di Petrosino, caratterizzato proprio dalla viticoltura, che il prodotto finale in bottiglia.
All’inaugurazione hanno preso parte il Parroco Don Antonio Civello, il Sindaco di Petrosino Gaspare Giacalone e la giunta assessoriale.
Parole di apprezzamento sono state espresse da tutte le autorità presenti. Il Sindaco Giacalone, in particolare, ha parlato di “una realtà unica nel suo genere”.

Proprio per la sua originalità, il progetto è stato premiato dall’amministrazione comunale: “La Sicilia nel bicchiere” infatti è stata realizzata anche grazie al sostegno del progetto “Stand Up” portato avanti dall’amministrazione comunale e dedicato alla promozione dell’imprenditoria giovanile.
“Un vino può essere apprezzato al meglio solo se si conosce il suo territorio e, allo stesso modo, ogni luogo è unico per ciò che produce, soprattutto se, come nel caso di Petrosino, un prodotto ne condensa la tradizione e il presente. L’idea di creare La Sicilia nel bicchiere è nata proprio da questa considerazione. – spiega Leonardo Zerilli, titolare dell’azienda vitivinicola Terre del Sole Zerilli – Qui i consumatori potranno venire a degustare i vini osservando da vicino i vigneti e il loro mutare durante il corso dell’anno. “Vogliamo inoltre – continua Zerilli – che sia uno spazio aperto all’incontro e al confronto che siamo pronti a mettere a disposizione, in forma gratuita, per iniziative di promozione del territorio”.

La Sicilia nel bicchiere doveva essere inaugurata a luglio ma poi tutto è stato posticipato a causa di un grave lutto che ha colpito la famiglia Zerilli. “Dedichiamo questo luogo - spiega Leonardo Zerilli - a mia nonna Leonarda Bucaria Zerilli il cui affetto è sempre stato per noi fonte di sostegno e incoraggiamento”.