Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
13/02/2018 10:20:00

Controlli di Carnevale a Marsala. I Carabinieri arrestano un uomo

 Incrementati i controlli dei Carabinieri della Compagnia Marsala che, durante un fine settimana ricco di appuntamenti cittadini in occasione del carnevale lilybetano, hanno garantito numerosi servizi di vigilanza del territorio, al fine di contrastare il proliferare di reati in genere ed assicurare il regolare svolgimento delle festività.


Nella notte di domenica 11 Febbraio, i militari dell’Aliquota Radiomobile, diretti dal Luogotenente Antonio Pipitone, hanno arrestato il flagranza di reato, per evasione, Orazio Montagna classe ’73.
L’uomo, marsalese, stava scontando la detenzione domiciliare nella sua abitazione di Via Virgilio, dove era ristretto dal mese scorso, quando durante la notte è stato sorpreso dalla pattuglia fuori dalla sua abitazione, contravvenendo così agli obblighi previsti dal regime degli arresti domiciliari. Condotto immediatamente presso gli uffici di Villa Araba, l’uomo, che ha precedenti per reati contro il patrimonio e contro la persona, è stato dichiarato in stato di arresto e, al termine delle formalità di rito, trasferito presso la casa circondariale di Trapani.
Sempre nella giornata di domenica, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile, hanno deenunciato in stato di libertà A.G., classe ’68 e B.G., classe ’88, per porto ingiustificato di strumenti atti ad offendere. In particolare, il primo veniva trovato in possesso di un coltello a scatto di circa 15 cm, mentre il secondo portava con sé un manganello estensibile in metallo lungo circa 50 cm, entrambi oggetti il cui porto ingiustificato in luogo pubblico costituisce una violazione di legge.


Ti potrebbe interessare anche: