05/03/2018 06:00:00

Aeroporto di Trapani, oggi ennesimo incontro per salvare i voli e trovare i soldi

 Oggi nuovo incontro per salvare l'aeroporto di Trapani Birgi.  Il Commissario Straordinario della Provincia di Trapani, Cerami, incontrerà l’avv. Paolo Angius, neo Presidente della Airgest SpA che gestisce i servizi a terra del “Florio”. E insieme si recheranno presso l’Aeroporto per partecipare alla successiva riunione indetta dal Comitato con tutti i Sindaci di quei Comuni che hanno aderito all’accordo di co-marketing.

L'ultima mazzata riguarda il fatto che l'ex provincia ha dovuto restituire i due milioni e mezzo di euro che la Regione Siciliana aveva impegnato per l'aeroporto, perché nessuno ha spiegato come utilizzarli. 

I due milioni e mezzo di euro (per la precisione 2.580.660) che il Libero Consorzio Comunale di Trapani ha restituito nei giorni scorsi alla Regione, dovrebbero tornare indietro ed essere destinati a sostenere finanziariamente la programmazione estiva.  Ad aggiungere un altro milione e 250 mila euro concorreranno almeno 13 dei 24 Comuni della provincia di Trapani: Marsala, Favignana, San Vito Lo Capo, Mazara del Vallo, Castellammare del Golfo, Erice, Valderice, Petrosino, Custonaci, Paceco, Salemi, Calatafimi-Segesta, Buseto Palizzolo, Campobello di Mazara ed Alcamo. 

 Sul «piatto» verrebbero messi circa 4 milioni di euro per sostenere una campagna finalizzata a «favorire l’incremento dei flussi turistici dell’aeroporto di Birgi ed il relativo piano promozionale».

«Alla luce della situazione di assoluta emergenza che ha investito il territorio della provincia, in seguito alle decisioni adottate e comunicate dalla compagnia aerea irlandese Ryanar, siamo immediatamente disponibili a sottoscrivere un eventuale accordo che possa salvare la stagione turistica», conferma il sindaco di Favignana Peppe Pagoto che è anche presidente del Distretto turistico della Sicilia occidentale.

«C’è anche la disponibilità della Camera di Commercio a sottoscrivere un piano straordinario di promozione dell’aeroporto con le risorse del Libero consorzio e dei Comuni disponibili», aggiunge il sindaco di Castellammare del Golfo, Nicolò Coppola, sottolineando che «il Comune di San Vito ha comunicato la disponibilità a rivalutare la partecipazione ad un bando diversamente predisposto» rispetto a quello che è stato bocciato dal Tar.

L'EX PROVINCIA. Nel susseguirsi di riunioni che caratterizzano questi giorni di autentica preoccupazione per il futuro del nostro scalo aeroportuale “Vincenzo Florio”, anche la ex Provincia Regionale di Trapani conferma il suo impegno solidarizzando con gli altri soggetti pubblici e privati che si sono mobilitati per la ripresa delle attività di trasporto aereo civile da e per questa nostra terra di confine.

Nei giorni scorsi, il Commissario Straordinario ha ricevuto una delegazione del Comitato per la Salvaguardia e il Monitoraggio dell’Aeroporto, guidata dal Presidente della Fondazione Distretto Turistico Sicilia Occidentale, Giuseppe Pagoto, recependo di buon grado l’idea che possa essere il Libero Consorzio Comunale, insieme ai Comuni del territorio, a supportare nell’immediato un Piano straordinario di promozione che tale Distretto si è impegnato ad elaborare in tempi brevi.

Precisando di essersi personalmente attivato presso gli Assessorati Regionali di riferimento (Autonomie Locali, Turismo, Economia) affinché acconsentano alla riassegnazione e legittimo utilizzo delle somme stanziate dalle Leggi Regionali nn.16/2011 e 8/2016 (per complessivi € 2.580.660 residuati), il dott. Cerami ha ribadito che tali finanziamenti hanno da essere dichiaratamente finalizzati a “favorire l’incremento dei flussi turistici dell’aeroporto di Birgi ed il relativo piano promozionale”.

 



https://www.tp24.it/immagini_banner/1596609509-dacia-sandero-ago.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1596439641-voli-estivi.jpg
https://www.tp24.it/immagini_banner/1596438976-saldi-estivi-50.gif