01/06/2018 06:00:00

Birgi. La Regione ha sbloccato i soldi. Si fa il bando per i nuovi voli

Birgi tornerà a respirare, è stato sbloccato il bando per i nuovi voli.
Dopo mesi di buio totale, dopo un mese di aprile che ha fatto segnare un calo del 90% dei passeggeri, si vede un po’ di luce per l’aeroporto di Trapani-Birgi.


Ieri infatti è stato firmato, dall’assessore Regionale al Turismo Sandro Pappalardo, il decreto con cui si sbloccano le somme per il bando di gara per le nuove rotte.
Si spera solo che non ci sia un altro pasticcio
come quello che ha portato alla crisi di quest’anno. Si è arrivati a questo punto, infatti, dopo il primo bando, vinto da Ryanair, e impugnato al Tar da Alitalia che ha avuto la meglio. Poi il nulla, la politica non è riuscita a mettere in sicurezza la stagione estiva, e quest’anno l’aeroporto Vincenzo Florio soffre una crisi mai vista.


La Regione ha stanziato circa 17 milioni necessari per il bando e il prossimo 7 giugno i 12 comuni del co-marketing firmeranno il progetto e la convenzione previsti dalla legge regionale 24 del 2016. Contemporaneamente il Comune di Marsala, che è stato individuato come comune capofila, conferirà mandato alla Cuc Trinakria Sud di Comiso di espletare la gara.

“Ai dati del mese di aprile che hanno fatto registrare un decremento del 90% dei passeggeri per lo scalo di Trapani-Birgi, potevamo reagire soltanto creando tutte le condizioni per far partire al più presto il bando per le nuove rotte aeree”. Ha commentato l’assessore alle Attività produttive Mimmo Turano annunciando la conclusione dell’iter per il nuovo bando riguardante i collegamenti con l’aeroporto ‘Vincenzo Florio’.

“Il bando - aggiunge Turano - è un risultato importante che è stato possibile raggiungere grazie al lavoro sinergico con l’assessore al Turismo Sandro Pappalardo, con Paolo Angius, Elena Ferraro e tutta Airgest. Si tratta di un passaggio fondamentale che però non esaurisce l’impegno del presidente Musumeci e di tutta la giunta per garantire una piena operatività dello scalo, una concreta attenzione al territorio e al suo sviluppo ed al diritto alla mobilità dei cittadini”.

 

La deputata regionale Eleonora Lo Curto esulta: “Finalmente pronti per la ripartenza. Ce lo auguriamo davvero che potranno riprendere i collegamenti aerei che negli ultimi mesi sono stati interrotti con grave pregiudizio delle attività turistiche ed economiche dell’intero territorio e con pesanti disagi per i tanti giovani che studiano nelle varie Università d’Italia.” “Ricordo adesso con un sorriso - continua Lo Curto - la notte che ha preceduto la conclusione dell’iter della finanziaria, quando ho dovuto fare ricorso a tutta la mia autorevolezza per far passare la linea che i finanziamenti per il nostro aeroporto , dovevano essere garantiti per l’intero triennio. Senza se e senza ma. Ho spiegato che nessun vettore serio avrebbe partecipato ad un bando che non garantiva certezza delle somme almeno per tre anni. Mi tremavano i polsi per l’ansia e la responsabilità che mi ero assunta, dicendo che non mi sarei potuta sedere a fare la finanziaria senza questo pregiudiziale accordo e lo dicevo nella qualità di Presidente di un intero gruppo di Parlamentari della maggioranza e ben rappresentato in Giunta! Quella mia fermezza e la fiducia che l’intero Gruppo UDC ha riposto nella mia persona e più di ogni altrol’Assessore Turano, hanno convinto tutti che facevo sul serio e che soprattutto parlavo il linguaggio della politica seria e concreta chiamata a rappresentare gli interessi del proprio territorio”.

Intanto Ryanair ha precaricato sul suo sito i voli invernali ed è possibile già da ora prenotare i voli da Trapani per Cagliari, Bologna, Pisa. Birgi, dunque, torna a respirare. Il volo per Pisa sarà ad esempio sei volte a settimana, Cagliari sarà collegata giovedì e domenica. Il tutto a partire dal 28 Ottobre. Anche Bologna sarà ogni giorno. Forse la compagnia aerea low cost pregusta la possibilità di ottenere di nuovo il contratto per effettuare i voli su Birgi.
L’aeroporto è deserto, ad aprile sono transitati circa 33 mila passeggeri dal Vincenzo Florio, il 90% in meno rispetto allo stesso mese dello scorso anno.
Attualmente a Trapani ci sono, questa estate, tredici destinazioni. Si tratta di Pantelleria (Mistral Air), Malta, Cagliari e Napoli (Aliblue), Amsterdam e Maastricht (Corendom), Torino (Blue Air), Milano Linate e Roma Fiumicino (Alitalia), Orio al Serio, Francoforte, Karlsruhe, Praga (Ryanair).
Intanto ci sono problemi per People Fly, il broker di voli che vuole viaggiare su Trapani. Dopo aver slittato da giugno l’avvio delle tratte di un mese, anche per luglio potrebbero esserci problemi. People Fly aveva annunciato un sacco di voli a Trapani per la stagione estiva. La compagnia opera nei voli charter e ha sede a Cagliari. Pare che però stiano chiedendo in affitto degli aerei ad una compagnia greca.