16/07/2018 11:00:00

Aeroporto di Birgi, assessore Patti: "Al momento non possiamo rientrare nel co-marketing"

 Anche l'assessore alla programmazione del Comune di Trapani, Andreana Patti, è intervenuta sull'aeroporto di Birgi e sul co-marketing per il quale ha un'idea totalmente diversa rispetto all'ex commissario straordinario Messineo.

L'intenzione comunicata dall'assessore è quella di rientrare nell'accordo di co-marketing al più presto, cosa che al momento non è possibile perchè il comune non ha partecipato a questa procedura amministrativa e attualmente non può inserirsi.

Il bando che da oltre cinque mesi è fermo alla Regione, dopo il ricorso di Alitalia che non aveva neanche partecipato, cercherà di riaffidare lo scalo ad un nuovo vettore aereo e nonostante Ryanair abbia lasciato lo scalo trapanese, rimane una delle compagnie papabili e sempre interessata a riprendere il rapporto con lo scalo.

L'assessore Patti inoltre è intervenuta riguardo alla ricapitalizzazione di Airgest,  dal momento che tutta questa situazione rientra nei piani industriali della società. 

Ed è intervenuta sull'aeroporto anche il capogruppo Udc, Eleonora Lo Curto:Sono soddisfatta che già mercoledì prossimo, 18 luglio, la V commissione dell’Ars si riunirà alle 15.00, in seguito alla mia richiesta ad hoc al presidente Sammartino, per esprimere il parere sul
Piano di promozione territoriale che sarà propedeutico al bando per le nuove tratte aeree dell’aeroporto Birgi.

Parteciperò ai lavori, così come ho annunciato nel corso dell’incontro tenutosi presso Sicindustria di Trapani con i rappresentanti degli industriali, i sindaci e i vertici del Distretto turistico, per fare sì che l’attenzione rimanga alta e che si possa scongiurare un ulteriore ritardo sul bando con grave pregiudizio per la prossima stagione estiva. L’assenza di voli da e per Trapani ha già messo in ginocchio tanti operatori turistici che da tempo hanno investito risorse per far crescere turisticamente ed economicamente il territorio. Sarò altrettanto vigile sull’iter che dovrà portare alla fusione delle società di gestione degli aeroporti di Trapani e Palermo in modo da creare le condizioni per una maggiore competitività nei confronti delle compagnie aeree, sviluppando così una programmazione strategica che parta dal sistema territoriale e investa su tutta l'area occidentale con una visione ampia e complessiva del sistema dei trasporti”. Lo afferma Eleonora Lo Curto, capogruppo Udc all’Assemblea regionale siciliana".