Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
04/11/2018 09:13:00

Dentro al carcere di Trapani è stato trovato un altro telefonino. Eccolo

 Dentro il carcere di Trapani è stato trovato un altro telefonino. Eccolo nella foto. Il ritrovamento, con il relativo sequestro, risale al 28 Ottobre scorso. Il fenomeno dei telefonini arrivati illegalmente in carcere continua ad allarmare i sindacati di polizia.

Proprio un mese fa ,a polizia penitenziaria a Trapani ha stroncato sul nascere un traffico di sostanze stupefacenti e telefonini all’interno del “Pietro Cerulli”. E' stato arrestato G.O. di anni 54 di Acireale, poiché colto in flagranza di reato mentre tentava di introdurre all’interno dei reparti detentivi un pacco contenente mezzo chilo di hashish, un micro telefonino (cm.6,8) ed altri oggetti vietati dal Regolamento. Approfittando del fatto di essere un lavorante scopino ammesso all’art.21 ovvero con una certa libertà di movimento all’interno dell’Istituto, attraverso una stratagemma escogitato prelevava l’immondizia dal box esterno del Reparto Colloqui ove un complice aveva prima buttato un pacchetto contenente il materiale sequestrato, per trasportarla nei cassonetti posti all’interno dell’Istituto ma abbastanza lontani dalle sezioni detentive.