Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
30/11/2018 00:00:00

Erice, l'animalista Enrico Rizzi querela il sindaco DanielaToscano

L'animalista Enrico Rizzi querela il sindaco di Erice Daniela Toscano. Secondo il presidente del Noita, il sindaco non avrebbe garantito i servizi di soccorso nè i luoghi idonei dove poter ospitare gli animali, dopo lo sfratto dell’associazione “Lega Nazionale Difesa del Cane” che si trovava nell’area demaniale Martogna, e dove i volontari accudivano alcuni animali randagi.  

“Abbiamo inviato dei solleciti all’Amministrazione Comunale - precisa Rizzi - ma ha fatto seguito lo stesso identico silenzio. La legge fa carico ai Comuni, singoli o associati,  - continua Rizzi - di provvedere al recupero dei cani randagi, alla cattura, al prelievo dei cani vaganti feriti, malati o incidentati, e al funzionamento del servizio di pronto soccorso, direttamente o in convenzione con strutture veterinarie autorizzate”.

Secondo il rappresentante del Noita non è stato garantito nemmemo uno di questi servizi e così ha ritenuto di dover querelare il primo cittadino.