Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
13/01/2019 08:26:00

Angela, la ragazza di Trapani ferita a Parigi. Operata alla gamba, sta meglio, ma...

21,00 -  E' terminata poco fa, ed è andata bene la seconda operazione per Angela Grignano. Lo comunicano i familiari da Parigi. Il fratello,  Don Giuseppe Grignano, fa sapere che l'intervento è durato sei ore.

Aggiunge: "Nel pomeriggio siamo andati con tutta la mia famiglia a celebrare la messa in comunione con la Missione cattolica italiana di Parigi, pregando intensamente per Angela. Al rientro il Signore ci ha accarezzato con la sua grande misericordia e amore. I medici ci hanno rassicurato che l’operazione è andata più che bene, sono molto contenti e ottimisti. Siamo commossi da come il Signore ha ascoltato le preghiere di tutte le persone che hanno pregato per Angela, e come questo affetto ci sta sostenendo e ha condotto le mani dei medici”.

19,00 - E' in corso in queste ore la seconda lunga operazione per Angela Grignano, la ragazza di Trapani rimasta gravemente ferita durante un'esplosione per una fuga di gas a Parigi. Rischia di perdere una gamba, la destra.  Per evitare l'amputazione, si sta cercando in queste ore con una seconda operazione di ridurre il più possibile i danni ai nervi e alla circolazione. I genitori sono a Parigi, e vivono ore di grande angoscia. 

L'intervento è in corso nella sala operatoria all’ospedale Tenon di Parigi. 

Hanno chiamato il migliore chirurgo all’ospedale Tenon, il migliore ospedale di Parigi per le operazioni vascolari e di microchirurgia. L’operazione durerà anche più di sei ore. Si tratta di microchirurgia, tenteranno di ricostruire vasi sanguigni, muscolo e pelle, prendendo tutto ciò che serve dalle varie parti del corpo. Il chirurgo è molto ottimista dati i suoi valori positivi  ed è convinto che vada tutto per il meglio salvo qualche intoppo che purtroppo potrebbe succedere. 

11,20 - Ci sono ultime notizie su Angela Grignano, la giovane di Trapani ferita a Parigi nell'esplosione di ieri. I familiari dichiarano alla redazione di Tp24.it i medici francesi dicono che ancora la giovane non si può considerare fuori pericolo, perché la situazione della gamba non è stabile.

Il polpaccio risulta senza buona parte di muscolo e di carne e con una sola arteria: bisogna vedere se regge la pressione sanguigna per il piede. Ci sono ancora perdite di sangue e stanno valutando se operarla nel pomeriggio per una prima ricostruzione, perché così non può andare.

La situazione è ancora molto delicata...Hanno diminuito i farmaci per provare a vedere se reagisce: lei si sveglia e fa capire che intuisce quello che le sta accadendo.

10,00 -  «Esprimiamo vicinanza alla famiglia di Angela Grignano, rimasta ferita nell'esplosione di  a Parigi. Auguriamo che possa riprendersi prima possibile e la nostra comunità è unita nella preghiera per l’intera famiglia ed il fratello don Giuseppe Grignano, vicario parrocchiale della nostra chiesa di San Giuseppe».

Lo afferma il sindaco Nicola Rizzo che, a nome suo personale e dell’intera città di Castellammare del Golfo, esprime vicinanza alla famiglia di don Giuseppe Grignano, fratello di Angela, giovane della frazione trapanese di Xitta rimasta coinvolta nell'esplosione di Parigi.

Don Giuseppe Grignano da ottobre è vicario parrocchiale di Monsignor Ludovico Puma nella frequentata parrocchia cittadina di San Giuseppe.

 

«Siamo vicini a tutte le famiglie delle vittime e dei feriti dell'esplosione. In particolare a Don Giuseppe Grignano manifestiamo la nostra continua unione accompagnandolo nella preghiera -conclude il sindaco Nicola Rizzo- per una veloce ripresa della giovane Angela».

09,45 - Non hanno dormito, questa notte, i familiari di Angela Grignano, la giovane di Trapani rimasta gravemente ferita ieri nell'esplosione di Parigi. Sono assistiti passo passo dall'ambasciata italiana in Francia, ma la famiglia ha preferito, una volta arrivata a Parigi, restare in ospedale accanto alla giovane che è in coma indotto, dopo la delicata operazione di ieri.

L'aggiornamento di questa mattina, Domenica 13 Gennaio, a 24 ore dalla terribile esplosione, è questo: Angela non è in pericolo di vita, perché l'esplosione non ha colpito nessuno organo vitale.

Tuttavia sono gravemente feriti due arti: una mano e una gamba. La mano è stata già ricostruita. Per la gamba c'è stata un'operazione molto complessa, e si aspetta l'evoleversi delle prossime ore per capire se intervenire di nuovo, dato che nervi e vasi sanguigni sono stati recisi.

08,30 -  Stava prendendo un caffè al bar dell'albergo dove lavorava da un mese, ieri mattina, quando l'esplosione l'ha travolta. Trapani prega per Angela, la ragazza rimasta ieri gravemente ferita nell'esplosione causata da un incendio e da una fuga di gas a Parigi. La giovane è apparsa subito gravissima. In coma farmacologico, sta meglio. I familiari hanno già raggiunto Parigi, e il padre racconta: "Mia figlia è stata operata alla gamba, adesso sta meglio". 

Angela Grignano, la giovane italiana rimasta ferita in modo grave ieri nell’esplosione di un panificio a Parigi, è stata operata alla gamba destra.

L’intervento è riuscito ma i sanitari seguono attentamente il decorso post-operatorio.

Nel tardo pomeriggio di ieri era stato il padre di Angela a dare una notizia rassicurante: «I medici mi dicono che sta meglio», aveva spiegato Vincenzo Grignano, sottolineando che dopo ore la ragazza era ancora in sala operatoria nell’ospedale Lariboisiere dove è stata condotta dopo la terribile esplosione avvenuta a Parigi nella zona dell’Opera, a causa di una fuga di gas e che ha causato tre vittime: due vigili del fuoco e una turista spagnola.

La giovane, 24 anni, di Trapani, si trova nella capitale francese soltanto da un mese e mezzo. Angela, dopo aver concluso gli studi alla Sapienza di Roma, si era trasferita a Parigi per cercare spazi nel mondo dell’arte e dello spettacolo.

Angela aveva trovato lavoro in un hotel Ibis, e ieri, quando è avvenuto l’incidente, si trovava proprio accanto alla boulangerie esplosa, in rue de Trevise.

Nell’esplosione – che ha provocato la morte di due vigili del fuoco e di una donna spagnola – sono rimasti coinvolti altri tre italiani, che lavorano per la Rai, inviati a Parigi per seguire il movimento dei gilet gialli: Il videomaker Valerio Orsolini, il quale ha riportato una ferita sopra un occhio: è stato subito medicato, le sue condizioni non sono gravi (era a Parigi per seguire le manifestazioni dei “gilet gialli” per “Cartabianca” – il programma di Bianca Berlinguer su Rai3 -insieme con il giornalista Claudio Pappaianni, rimasto illeso); e l’inviato di “Agorà”, Matteo Barzini, che, benché ferito a una gamba, prima di farsi curare ha impugnato la telecamera e ha realizzato il servizio in diretta per il programma del mattino di Rai3, come ha riferito la conduttrice, Serena Bortone.

L’esplosione ha scosso l’intero quartiere dell’Opera, provocando un incendio in un intero palazzo. I morti sono due pompieri e una donna spagnola. 37 i feriti, tra i quali Angela Grignano.

I pompieri erano intervenuti alle 8.30 del mattino, nella rue de Trevise, per un forte odore di gas. Mentre l’intervento era in corso si è verificata l’esplosione.