29/08/2019 15:00:00

Il mare di Balestrate cambia colore per gli scarichi fognari. Le immagini

 Liquami in mare e l'acqua che dal color turchese diventa marrone. Sono immagini shoc quelle che arrivano dal mare di Balestrate dove ieri pomeriggio l'acqua ha cambiato colore. A denunciare il fatto il deputato dei 5 Stelle Antonio Lombardo che ha segnalato il tutto ai carabinieri, Guardia costiera, Arpa e Comune di Balestrate.


“Quella che si verifica a Balestrate - afferma il deputato che ha diffuso anche un video  - è un’ intollerabile indecenza, cui si deve mettere fine al più presto. Con tutta probabilità il depuratore di Balestrate presenta gravi problemi di funzionamento e non riesce a smaltire correttamente i fanghi di depurazione. Il guaio è che le disfunzioni relative ai depuratori non sono circoscritte solo a Balestrate. Anche a Trappeto, dove sono stato circa un mese fa, ho rilevato lo stesso problema. Per questo ho presentato una richiesta di accesso agli atti all’Amap, società che gestisce gran parte dei depuratori della provincia di Palermo, chiedendo copia dei registri di carico e scarico dei fanghi. Non arretreremo di un millimetro fino a quando non conosceremo la verità”.

 

 

 

Oggi, fanno sapere, non c'è più quell'oscena macchia grigiasta che ha deturpato per ore il mare di Balestrate. "Abbiamo immediatamente segnalato la vicenda alle autorità competenti, per tutelare il nostro ambiente e la nostra salute. Abbiamo chiesto da tempo all’Amap, gestore dell’impianto, tutta una serie di migliorie all’impianto, per prevenire situazioni potenzialmente dannose. Seguiamo con molta attenzione la vicenda coinvolgendo Arpa ogni qual volta notiamo delle anomalie. Siamo uno dei pochi comuni ad avere un depuratore “funzionante” e per inefficienze varie non possiamo permetterci anche il minimo problema, abbiamo anche sollecitato la Regione Siciliana al fine di risolvere alcuni dei problemi sottolineati in varie sedi da Amap”, sono le parole di Vito Rizzo, sindaco di Balestrate. “Sono stato a stretto contatto con le forze dell’ordine e con gli organi preposti ai controlli , per dare il supporto necessario e avere tutte le informazioni possibili. I campionamenti sono stati fatti e adesso attendiamo ulteriori controlli . Per dare inoltre una completa informazione, quel tratto di spiaggia è dichiarato non balneabile per legge, vista la presenza del porto e del depuratore stesso. Oggi fortunatamente non si vede più alcuna macchia ad occhio nudo".