15/09/2019 12:11:00

Cane investito e ucciso da auto pirata a Marausa. Nessuno lo ha soccorso

 Un cane randagio investito da un’auto pirata è morto, ieri, nella frazione di Marausa, alle porte di Trapani. Ma forse la bestiola poteva essere salvata se soccorsa tempestivamente.

Seconda la denuncia di Enrico Rizzi, responsabile del Nucleo operativo italiano tutela animali, ancora una volta ci sarebbe stata l’inadempienza del Comune che non è intervenuto. “Il cane – afferma il giovane animalista – è rimasto in agonia per un’ora e alla fine è morto per l’indifferenza di un Comune amministrato da un sindaco totalmente incapace ed indifferente al problema, che sa soltanto criticare ed offendere chi gli chiede di risolvere i problemi per i quali viene pagato e ne è responsabile”.

“Il randagio – aggiunge - dopo almeno un’ora è stato soccorso dalla Lega del Cane di Trapani perché il Comune non ha personale. Così, infatti, avrebbe riferito la polizia municipale alla cittadina che richiedeva un intervento. Situazione confermata telefonicamente dall’assessore Romano che ho personalmente informato, trovandomi momentaneamente a Palermo.”. Rizzi ha intenzione di sporgere denuncia alla Procura di Trapani. In un primo momento si pensava che si potesse trattare dell’ennesimo caso di avvelenamento. Ipotesi esclusa, però, dal veterinario. Il cane è morto per una ferita riportata alla testa.