03/10/2019 13:48:00

Castelvetrano: guida in stato di ebbrezza, ricettazione e furto.Le denunce dei carabinieri

Una ragazza di 30 anni di Castelvetrano è stata deferita per guida in stato di ebbrezza dopo aver causato un incidente e provocato lesioni al passaggero che era in auto con lei.

Un 48enne, sempre di  Castelvetrano, invece, è stato sorpreso alla guida senza patente, perché revocata, e in orario non consentito, visto che era sottoposto a sorveglianza speciale.

Sono alcune delle persone denunciate dai carabinieri nel corso di una operazione di controllo del territorio. Inoltre, sono state denunciate tre persone per furto di energia elettrica, due persone per porto abusivo di arma e un uomo per di 43 anni per ricettazione. Qui il comunicato dei militari:


"L’attività di controllo del territorio posta in essere dai militari della Compagnia Carabinieri di Castelvetrano ha portato negli ultimi giorni al deferimento di dieci persone per violazioni di varia natura. I militari del dipendente Nucleo Operativo e Radiomobile hanno deferito in stato di libertà:
• per guida in stato di ebrezza e lesioni personali colpose C.M., ragazza 30enne castelvetranese, poiché alla guida della propria autovettura – con un tasso alcolemico superiore a quello consentito – usciva fuori strada e provocava lesioni al passeggero;
• per guida senza patente e violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale B.M.G., 48enne castelvetranese, in atto sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di p.s., che a seguito di controllo, veniva sorpreso alla guida di autovettura, privo di patente poiché revocata e in orario non consentito;
• per mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice I.G., 19enne castelvetranese, in atto sottoposto all’obbligo di dimora in questo comune, poiché a seguito di controllo eseguito durante la notte veniva trovato in questa Piazza Matteotti senza giustificato motivo;
• per furto aggravato di energia elettrica R.F., G.R. ed S.G., i quali, a seguito di verifiche svolte unitamente a personale della società “Enel Distribuzione s.p.a.” e della Stazione di Marinella, risultavano usufruire arbitrariamente di energia elettrica presso le loro abitazioni, prelevata – tramite cavi portanti – dalla rete elettrica pubblica o dalla rete principale di distribuzione della citata società.
I suddetti reati e violazioni venivano accertati nell’ambito di un servizio straordinario di controllo del territorio, svolto d’iniziativa e finalizzato a rafforzare la presenza dell’Arma nel contrasto all’illegalità diffusa. Nel corso di tale attività i militari delle dipendenti Stazioni di Partanna, Marinella e Gibellina, deferivano in stato di libertà alla competente A.G. per porto abusivo di oggetti atti ad offendere N.A., 28enne e L.P.E., 42enne, entrambi partannesi, perché controllati in Partanna, a bordo delle rispettive autovetture, e sottoposti a perquisizione personale e veicolare, venivano trovati in possesso di n.2 coltelli a serramanico, sottoposti a sequestro. Il N.A., inoltre, veniva deferito anche per guida senza patente, poiché mai conseguita.
I militari delle Stazioni di Gibellina e Marinella deferivano per il reato di ricettazione P.G., 43enne di Vita, in quanto veniva trovato – presso il proprio fabbricato, sito in questa contrada Zangara – un trattore privo di targa e documenti.
La Stazione di Castelvetrano, infine, deferiva in stato di libertà V.G., 16enne di questo centro, in quanto asportava – da un’autovettura in sosta presso un’area di distribuzione carburante – un telefono cellulare.