11/10/2019 06:00:00

Mazara, per il Sindaco Quinci un capo della segreteria da 65.000 euro l'anno

 A Mazara del Vallo i collaboratori del Sindaco valgono come l’oro, in barba alla spending review.

Il sindaco della città, Salvatore Quinci, ha nominato a capo della sua segreteria l’avvocata Irene Vassallo, il cui stipendio lordo sarà di 5.407,95 mensili.

Ma c’è di più, per non farsi mancare nulla, il Primo Cittadino ha deciso che oltre i 25 mila euro lordi annui alla Vassallo ne vanno riconosciuti altri 40, per un totale di 65 mila, in ragione al gravoso incarico e alla mole di lavoro.

Qui la delibera di Giunta. 

La Vassallo è stata nominata dal sindaco Quinci, con propria determina, poco dopo il suo insediamento, adesso, a consuntivo 2018 approvato, è stato possibile regolarizzare il trattamento economico, pari a quello di un dirigente.

L’avvocata Vassallo è nota agli ambienti comunali, in passato, ha difeso alcuni mazaresi contro lo stesso Comune, vincendone il ricorso, per ricezione avviso di pagamentoTia, poi divenuta Tari, oltre i termini della prescrizione, quindi avvisi illegittimi.

Quali sono gli altri compensi mensili? Il sindaco guadagna 4. 090,34 mensili, 3.067, 65 il vicesindaco, 2. 454,20 gli assessori. Una spesa consistente che incide sul bilancio della città, si tratta di soldi pubblici, e che vede oltre al capo della segreteria personale anche tre esperti a pagamento, si tratta di Gildo La Barbera, Carlo Pisciotta, Francesco Seidita, compenso mensile a testa di 2.600 euro.

La spesa prevista con le nomine effettuate ammonta a 600 mila euro nei cinque anni di sindacatura targata Quinci. Ma non si fermerà qui il sindaco di Mazara, che ha facoltà di nominare un portavoce.

Eppure era appena giugno, ad elezione avvenuta, Quinci ha annunciato in pompa magna la riduzione della indennità di carica per se stesso e per i suoi assessori.
Potete leggere l’articolo qui

L’estate avrà portato consiglio.