06/11/2019 21:10:00

Uno stabilimento di Mazara vendeva pesce scaduto e guasto

 Uno stabilimento di Mazara vendeva pesce scaduto e guasto. E' stato scoperto dalla Guardia Costiera.

Martedì 05 novembre 2019 personale militare della Capitaneria di porto di Mazara del Vallo ha sequestrato circa 2500 kg di pesce all’interno di uno stabilimento mazarese che commercializza prodotto ittico.

Diverse sono state le irregolarità riscontrate durante gli accertamenti. Parte del prodotto ittico risultava privo delle informazioni obbligatorie richieste dalla normativa di settore. Altra parte del pesce sequestrato, invece, risultava scaduto ma stivato unitamente a prodotto ittico pronto ad essere commercializzato.

Come disciplinato dalla normativa nazionale, i militari hanno proceduto a sequestrare gli alimenti (pesce spada, rana pescatrice, tranci di ricciola, gamberi, ecc.), ed hanno elevato tre sanzioni amministrative per un importo complessivo pari ad € 5.000.

Gli oltre 2.554 kg di prodotto ittico sequestrato, sono custoditi adesso nella cella frigo dello stabilimento mazarese.

La Capitaneria di porto di Mazara del Vallo continuerà ad effettuare controlli relativi alla conservazione e alla vendita di prodotti ittici, al fine di tutelare il consumatore finale e garantire allo stesso la consumazione di alimenti trattati a norma di legge.