09/11/2019 13:50:00

Idonei allo studio: la mobilitazione continua. Ecco tutte le novità

E' stata una settimana ricca di avvenimenti sulla vicenda dell'ERSU di Palermo di cui vi abbiamo già parlato sulla nostra testata.

A seguire il comunicato ufficiale di riepilogo pubblicato dal CSMS sulla loro pagina Facebook "Idonei allo studio" in data venerdì 8 novembre:

"Sono state tre giornate intense, nonostante esistiamo da poco più di una settimana.

La mobilitazione del Comitato Spontaneo di Mobilitazione Studentesca è cominciata lunedì 4 Novembre con il presidio permanente consistito nell’installazione delle tende di fronte il Santi Romano. Abbiamo realmente dormito lì e lo faremo ancora.

Due giorni fa abbiamo incontrato il Magnifico Rettore Fabrizio Micari. Abbiamo approfittato dell’occasione per sollecitare l’Università di Palermo a intervenire rapidamente per garantire la riapertura dell’Hotel Patria e la sistemazione di altri 70 studenti. Non è molto, ma è qualcosa.
Ieri mattina abbiamo partecipato a un tavolo con l’Assessore alla Formazione Roberto La Galla il quale ha riconosciuto che lasciare qualcunoa indietro, soprattutto dentro i cancelli dell’Università, è una sconfitta per tutti e tutte. Si è deciso in quella sede di avviare immediatamente un tavolo operativo interno all’ERSU, al quale partecipano dei referenti del CSMS, per attuare soluzioni concrete per tamponare la crisi abitativa studentesca in atto. Ci ha inoltre promesso che si batterà affinché ci sia un massiccio aumento della dotazione finanziaria dell’Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario.

Stamattina si è avviato il tavolo interno all’Ente. Abbiamo lavorato in un bel clima ottenendo il massimo che si potesse ottenere in 24 ore, date le disponibilità liquide dell’Ente. Verranno erogate a partire dalla prossima settimana un cospicuo numero di borse di studio (e annessi contributi di locazione) al fine di coprire i beneficiari con l’ISEE più basso. Per gli anni successivi al primo le assegnazioni di borse di studio non risolveranno tutte le ingiustizie che denunciamo. È proprio per questo che non ci sentiamo pienamente appagati da queste soluzioni emergenziali, nonostante ne riconosciamo l’utilità.

Vogliamo il 100% e per ottenerlo servono maggiori fondi per il diritto allo studio. Queste risorse vanno stanziate dalla politica, per questo motivo ci appelliamo a tutta la Giunta Regionale e ai Capi Gruppo all’ARS. La politica deve dirci se è disposta a votare un emendamento che stanzi ulteriori fondi per l’Ente Regionale per il Diritto allo studio al fine di permettere a tutti gli studenti e le studentesse privie di mezzi di ricevere i benefici necessari per iniziare e/o proseguire il loro percorso formativo in serenità.

Aspettiamo risposte e risorse.

La Mobilitazione continua".



https://www.tp24.it/immagini_banner/1600355793-dacia-sandero-set.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1600269968-amministrative-2020-consigliere.jpg
https://www.tp24.it/immagini_banner/1600176438-settembre-2020.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1600461340-amministrative-2020-consigliere.jpg