16/11/2019 08:54:00

Vittime della Strada: Sit-in alla Memoria domenica davanti la Chiesa Madonna di Trapani

 « Luciano Pipitone, Vito Criscenti, Ousmane Kone, Davide Cignani e Andrea Mottola sono i nomi di cinque delle ultime vittime della strada. Solo facendo i nomi riusciamo a entrare nella testa della gente e, forse degli Amministratori Pubblici. Quando, al contrario, si parla di statistiche, dei 5 morti e dei 600 feriti che ogni anno insanguinano le strade di Trapani non si crea alcuna attenzione », dichiara Natale Salvo.

Domenica 17, la terza domenica di novembre di ogni anno, è la “Giornata Internazionale delle Vittime della Strada” e alcuni cittadini senza sigla vogliano ricordare queste vittime e portare un omaggio alle loro famiglie che soffrono ancora. Lo faranno con un sit-in in via conte Agostino Pepoli, dalle 10 alle 11,30, sul marciapiede antistante l’uscita laterale della Chiesa della Madonna di Trapani.

« L’occasione è per ribadire che non vogliamo sentire parlare di fatalità quando accadono degli incidenti stradali. Dietro ogni incidente c’è un errore. Ma se c’è un errore ci deve essere un sistema di prevenirlo. Sappiamo che gli incidenti stradali avvengono, prevalentemente, per la troppa velocità, per la distrazione dell’autista, per il non rispetto delle precedenze. Pensiamo che interventi strutturali ad opera dei proprietari delle strade, quindi spesso il Comune, possono impedire o ridurre gli incidenti e i lutti. Pensiamo, ad esempio, a sistemi fisici, acustici o luminosi rallentatori, oppure anche a salvagente da porre al centro delle carreggiate », precisa ancora Natale Salvo.

« Auspichiamo, in proposito, che i sindaci di Trapani, Erice, ecc passino dalle parole ai fatti. Basta Vittime della Strada », conclude il promotore della manifestazione.