28/11/2019 09:10:00

Mazara, arrestato spacciatore col reddito di cittadinanza

 Percepisce il reddito di cittadinanza, ma spaccia droga. Un giovane di 28 anni di Mazara del Vallo è stato arrestato dalla Polizia dopo essere stato trovato con 20 grammi di marijuana, 3 di cocaina e banconota di piccolo taglio. Tutti elementi che hanno fatto considerare il giovane, Vito Sciuto, attivo nel commercio della droga. Però Sciuto non solo vende droga, ma percepisce anche il reddito di cittadinanza, la misura di sostegno a chi non ha un lavoro e che dovrebbe essere d'aiuto alle classi disagiate. Invece in questo caso Sciuto spacciava droga e percepiva il reddito, per lui infatti è anche scattata la denuncia per indebita percezione del beneficio. Ecco i dettagli nella nota del Commissariato di Mazara.

Nella serata del 22 novembre 2019, la Squadra Pegaso della Sezione Investigativa del Commissariato di P.S. di Mazara del Vallo, al culmine di una intensa attività di indagine protrattasi per più di due mesi, traeva in arresto, in flagranza di reato, Vito Sciuto, ventottenne mazarese, responsabile del reato di detenzione e vendita di sostanza stupefacente. Sciuto, inoltre, veniva denunciato in stato di libertà, per indebita percezione del reddito di cittadinanza.
Più nel dettaglio, l’arresto si inserisce nell’ambito di mirate attività di Polizia dirette alla prevenzione generale e al controllo del territorio nella città di Mazara del Vallo, tese soprattutto a contrastare il diffuso fenomeno del consumo di droga tra i giovani mazaresi.
Gli investigatori del Commissariato, a seguito di appostamenti e di discreti pedinamenti, avevano notato strani movimenti all’esterno dell’appartamento ove Sciuto risiede insieme alla famiglia.


In particolare, si era osservato un consistente viavai di persone, spesso giovanissimi, che sostavano di fronte all’abitazione di Sciuto, acquistavano da quest’ultimo la droga e, dopo un rapido passaggio di denaro, si allontanavano velocemente a piedi o a bordo di veicoli. Il giovane arrestato occultava la droga in casa, la prelevava non appena arrivava il cliente e gliela consegnava in pochi secondi, prendendo il denaro precedentemente pattuito.


Gli operatori della Polizia di Stato, dopo aver documentato l’ennesimo scambio, bloccavano Sciuto a bordo della sua autovettura, appena uscito di casa, chiudendogli ogni via di fuga con le autovetture di servizio. Procedevano, quindi, alla perquisizione delle due abitazioni ove il ragazzo risiede. All’interno di una di queste, venivano rinvenuti un involucro contenente 20 grammi di marijuana, un bilancino e numerosi altri elementi che riscontravano appieno la pista investigativa.
Malcelata addosso al ragazzo, inoltre, venivano rinvenute banconote del taglio corrispondenti alle somme pagate dai clienti per acquistare la droga e una dose di cocaina del peso di 3 grammi circa.
Il giovane, conseguentemente, veniva tratto in arresto in quanto ritenuto nella flagranza dei reati sopra meglio specificati e tutto il materiale veniva sequestrato. Sciuto, inoltre, come già accennato, veniva denunciato, in stato di libertà, per indebita percezione del reddito di cittadinanza.
Come da disposizioni impartite dal P.M. di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Marsala, completata la redazione degli atti di polizia giudiziaria e l’analisi della sostanza drogante, l’arrestato veniva condotto presso la sua abitazione ove è stato associato in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.