06/12/2019 14:05:00

Alcamo, va in giro con documenti falsi. Arrestato dalla Polizia

 Andava in giro con carta d'identità e tessera sanitaria false.

La polizia di Alcamo lo ha beccato nel corso di controlli a tappeto del territorio. Così è stato arrestato Domenico Castiglia, 48enne palermitano pregiudicato. Gli agenti del commissariato di Alcamo hanno anche denunciato due giovani pregiudicati alcamesi perchè viaggiavano armati. Ecco i dettagli dei controlli nella nota della Polizia.


Prosegue, senza soluzione di continuità, la pervasiva azione di controllo del territorio messa in campo dai poliziotti del Commissariato di P.S. di Alcamo. Dopo l’arresto effettuato la scorsa settimana, del pregiudicato alcamese Giuseppe Cataldo, responsabile di trasporto e detenzione di 50 grammi di cocaina, nel pomeriggio di martedì scorso, nell’ambito di un’operazione “ad alto impatto”, veniva tratto in arresto il pregiudicato palermitano Domenico CASTIGLIA, di anni 48, sorpreso durante un controllo su strada con carta d’identità e tessera sanitaria false.
Il predetto, già colpito dalla misura di prevenzione dell’Avviso Orale del Questore di Palermo, vanta un curriculum criminale fitto di precedenti di polizia per reati in materia di stupefacenti ed altro.


Nell’ambito dell’operazione di polizia, inoltre, gli agenti del Commissariato di P.S. procedevano alla denuncia, in stato di libertà, di due giovani pregiudicati alcamesi, C.A. e G.F., i quali viaggiavano a bordo di un veicolo in possesso di un arma impropria che veniva immediatamente sequestrata.
La ramificata attività di polizia, coordinata dal Commissariato di P.S. di Alcamo, ha visto coinvolti, oltre a personale del Reparto Prevenzione Crimine “SICILIA” di Palermo, alcune pattuglie della Polizia Stradale con controllo di veicoli e persone su strada e la contestazione di elevate contravvenzioni al Codice della Strada.
Gli esiti dei controlli odierni parlano chiaro: 50 i soggetti identificati, 32 le autovetture controllate, 10 le sanzioni amministrative elevate in relazione ad altrettante violazioni al Codice della Strada; 5 i sequestri amministrativi di autovetture e motocicli, 15 i controlli ai soggetti sottoposti ad obblighi.


Diversi inoltre gli esercizi commerciali controllati dalla locale Sezione di Polizia Amministrativa che ha proceduto a verifiche in materia di detenzione di armi nei confronti di soggetti titolari delle relativa autorizzazioni al fine di riscontrare l’attualità dei requisiti per la regolare tenuta delle armi denunciate.
L’attività straordinaria di controllo del territorio, disimpegnata dalla Polizia di Stato, sarà reiterata nelle prossime settimane, anche in altri centri della provincia.