13/12/2019 10:10:00

Sicilia, vende sigarette di contrabbando e prende il reddito di cittadinanza

Prende il reddito di cittadinanza e contrabbanda sigarette. E' stato beccato dalla guardia di Finanza di Palermo mentre vendeva al dettaglio delle sigarette di contrabbando. Aveva 1,6 kg di sigarette P.C., classe 79. Ma i militari delle fiamme gialle a seguito di un controllo hanno anche verificato che l'uomo è beneficiario del reddito di cittadinanza. Qui il comunicato dei militari:

Nel corso dei controlli economici del territorio che, quotidianamente, vengono esperiti nell’area metropolitana, i finanzieri del Gruppo Pronto Impiego di Palermo hanno verbalizzato ai fini amministrativi, in due distinti interventi il medesimo soggetto, tale P.C. (classe 1979), colto in flagranza mentre era intento alla minuta vendita di T.L.E.. Nei confronti di quest’ultimo sono stati sequestrati complessivamente circa 1,6 Kg. di sigarette di contrabbando. Il predetto P.C. è stato segnalato all’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato per le conseguenti sanzioni amministrative.
L’attività dei “Baschi Verdi” non si è limitata a quanto appena descritto. Infatti, dopo ulteriori approfondimenti, si è riscontrato che il contrabbandiere era anche percettore del Reddito di Cittadinanza. Da ciò è scaturita una segnalazione all’INPS per il seguito di competenza in relazione al beneficio percepito.
Complessivamente, nel corso del 2019, i finanzieri del Comando Provinciale di Palermo, hanno sequestrato, nell’area metropolitana, oltre 600 kg. di Tabacchi Lavorati Esteri di contrabbando, effettuando 200 interventi, a seguito dei quali sono stati segnalati all’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato 88 soggetti. Tra questi 19 verbalizzati sono risultati percettori di Reddito di Cittadinanza e pertanto segnalati all’INPS.
Le attività operative in rassegna evidenziano la trasversalità dell’attività operativa svolta dalla Guardia di Finanza nei vari settori di servizio.
I quotidiani servizi di controllo economico del territorio saranno intensificati nel corso delle festività natalizie, a tutela dei consumatori e delle imprese che operano nel rispetto della legge.