28/12/2019 07:40:00

Si sono assegnati premi non dovuti: denunciati in Sicilia due ex dirigenti dello Iacp

 Mentre la gente era costretta a vivere in case popolari fatiscenti, loro si assegnavano dei premi di produzione, non dovuti.

Due ex dirigenti Iacp di Palermo sono stati denunciati dalla Guardia di Finanza per peculato. Ai due sono stati sequestrati beni per un valore di circa 290 mila euro. I finanzieri del Nucleo di Polizia Economico- Finanziaril della Guardia di Finanza di Palermo, nell’ambito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Palermo, hanno portato a termine l’operazione di polizia giudiziaria a contrasto dei reati contro la Pubblica Amministrazione per peculato. In particolare, le Fiamme Gialle hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo emesso d’urgenza dalla locale Procura della Repubblica nei confronti di Salvatore Gianfrande 74 anni, già direttore generale e presidente dell’Organismo indipendente per la valutazione delle performance e del controllo strategico dello Iacp (Istituto Autonomo Case Popolari) di Palermo dal 1994 al 2013, e di Ernesto Butticè, di 66 anni, già dirigente del settore tecnico nonché sostituto direttore generale del citato istituto dal 2009 al 2018.

"Il provvedimento cautelare reale scaturisce da un’indagine,iniziata nel 2017, relativa al riconoscimento indebito (c.d. sistema "a pioggia") a dirigenti dell’Iacp di indennità varie (di posizione organizzativa, di risultato, di produttività collettiva), che aveva già portato alla denuncia di sette Persone (tra cui anche i due denunciati di oggi) responsabili, in concorso, per il reato di abuso d’ufficio.