08/01/2020 07:18:00

Sicilia, quattro incidenti mortali da Palermo a Trapani. Sei vittime in un giorno

Un bollettino di guerra. Per le strade della Sicilia ieri ci sono stati quattro incidenti mortali, con sei vittime in meno di ventiquattro ore. 

Un inizio d'anno tragico quello che si registra sulle strade siciliane. 

L'ultimo incidente, in ordine di tempo, è quello in cui hanno perso la vita marito e moglie: Giuseppe Brignone, di Pantelleria, e Giuseppa Filingeri. Fatale per loro l'incidente sulla autostrada Palermo-Mazara del Vallo, tra gli svincoli di Fulgatore e Dattilo. Brignone, che viaggiava su una Toyota Yaris, per cause in corso di accertamento, avrebbe perso il controllo del mezzo schiantandosi contro un muretto.

Nel violento impatto è rimasta gravemente ferita la moglie che è deceduta poi all’ospedale sant'Antonio Abate di Trapani. Per estrarre i due occupanti dall’utilitaria sono intervenuti i vigili del fuoco.

Ieri due persone sono morte in uno schianto sulla Palermo-Agrigento, avvenuto all’altezza di Villabate. Le vittime si chiamavano Simone Pipitò, 40 anni, palermitano, salumiere a Misilmeri, e Stefano Colucci, 69, pensionato di San Biagio Platani.

I corpi sono stati estratti dalle lamiere dai vigili del fuoco. Coinvolte anche altre due vetture nell'incidente, ma fortunatamente gli automobilisti sono rimasti illesi.

Sempre ieri mattina, sulla statale 385 tra Catania-Caltagirone, in direzione Palagonia, in un altro incidente è morto Massimiliano Gurrieri di 41 anni, di Scordia. L'uomo per cause che sono in corso di accertamento, avrebbe perso il controllo della sua Ford Focus finendo in un terrapieno in un tratto di strada rettilineo: per lui non c'è stato nulla da fare nonostante i soccorsi.

Lunedì sera, intro alle 23, sulla strada Modica-Pozzallo è morta una donna Yuliya Ivantes, ucraina di 40 anni, mentre l’uomo che viaggiava con lei è in gravi condizioni. Pare che la l'auto su cui viaggiavano sia finita fuori strada, sfondando un muro di cemento armato. L'uomo che si trovava insieme a lei è stato soccorso e potrebbe essere sottoposto a test alcolemico. Si trova attualmente all'ospedale di Ragusa.

Pochi giorni fa, il 4 gennaio scorso, è morto anche Giuseppe Nicoletti, 38 anni, di Palermo. Era ricoverato all'ospedale Giglio di Cefalù, per via del terribile incidente avvenuto il 30 settembre scorso in autostrada sulla Palermo-Messina, all'altezza di Cefalù. Il padre, Vincenzo, ex consigliere comunale di Catanzaro, invece era morto sul colpo. Dopo aver lottato tra la vita e la morte per cinque giorni, alla fine, neanche il giovane Giuseppe ce l'ha fatta.

Vincenzo e Giuseppe Nicoletti viaggiavano sull’autostrada Palermo-Messina quando il loro veicolo ha impattato contro un tir.