30/01/2020 12:15:00

Ruba biciclette in una casa di Tre Fontane. Arrestato un uomo

 Viene sorpreso a rubare due biciclette in una villetta di Tre Fontane, a Campobello di Mazara.

I Carabinieri hanno arrestato un 39enne tunisino. L'arresto è stato possibile grazie ai controlli messi in campo nella zona di Tre Fontane dai militari dell'Arma. I Carabinieri hanno accertato che in quella zona ci sono stati altri tentativi di furto in almeno due appartamenti. Continuano le indagini per individuare altri eventuali complici di Walid Said, l'uomo arrestato la scorsa notte. Questi i dettagli nella nota dei Carabinieri.

I Carabinieri della Compagnia di Mazara del Vallo, e nello specifico servizio i militari della Stazione di Campobello di Mazara, guidata dal Maresciallo Maggiore Pietro Fiorentino, hanno eseguito nella serata del 29 gennaio, un arresto in flagranza di reato per furto aggravato nei confronti di un soggetto di origini tunisine.
Nelle ultime settimane, i militari dell’Arma, al fine di reprimere in maniera ancora più efficace i reati contro il patrimonio, hanno intensificato i servizi di controllo del territorio sul comune di Campobello di Mazara e nella frazione balneare di Tre Fontane.


Nella circostanza, nella serata di ieri, i Carabinieri della Stazione hanno concentrato gli sforzi operativi ed effettuato prolungati servizi di osservazione presso la località balneare di Tre Fontane, recentemente interessata da alcuni furti in abitazione. Le molteplici pattuglie dell’Arma dispiegate sul territorio hanno sorpreso un cittadino tunisino, identificato nel 39enne SAID Walid il quale subito dopo aver asportato da un’abitazione di via Siena due bicilette custodite in un giardino veniva prontamente inseguito e bloccato dai Carabinieri che lo hanno poi dichiarato in stato di arresto e sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’A.G. di Marsala davanti alla quale verrà celebrato il rito per direttissima.


L’ immediato sopralluogo unitamente ad ulteriori accertamenti operati dai Carabinieri della Stazione di Campobello Di Mazara hanno permesso di comprendere come in quella zona vi fossero stati altri tentativi di accesso in almeno due appartamenti, che fortunatamente non avuto esito grazie al tempestivo intervento delle pattuglie dell’Arma. Sono in corso ulteriori accertamenti per identificare eventuali complici del Said.
L’odierno risultato operativo, è frutto di un mirato sforzo che i militari della Stazione Carabinieri di Campobello e delle Stazioni limitrofe, in ossequio alle direttive del Comando Provinciale dei Carabinieri di Trapani, stanno intraprendendo da tempo, al fine di rispondere in maniera efficace agli spunti operativi che pervengono dal territorio.
Di recente, infatti, sono stati aumentati i servizi di controllo del territorio che hanno riguardato il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, l’osservanza delle regole del codice della strada per salvaguardare l’incolumità fisica degli utenti della strada, nonché i molteplici controlli ad esercizi pubblici ( bar, ristoranti e panetterie) - esperiti con l’ausilio dei militari del Nas - per tutelare il diritto alla salute alimentare del consumatore
I Carabinieri rivolgono il loro più sentito ringraziamento per il contributo fornito dalla cittadinanza e invitano a continuare nel rapporto di reciproca e imprescindibile collaborazione segnalando episodi analoghi al numero di pronto intervento 112, ribadendo il valore fondamentale della denuncia.
I servizi straordinari, che hanno avuto riscontro positivo in termini di controllo del territorio, verranno ripetuti nelle prossime settimane, al fine incrementare ulteriormente il contrasto ai reati contro la persona e il patrimonio sulla pubblica via (scippi, borseggi, rapine e furti), già diurnamente svolto dalle pattuglie dell’Arma dei Carabinieri in servizio giornaliero.