17/02/2020 15:00:00

Operazione Scrigno. Nove rinviati a giudizio, gli altri scelgono l'abbreviato

 Sono stati rinviati a giudizio nove dei 29 indagati dell'inchiesta antimafia Scrigno. 

A Trapani il gip ha deciso che andranno a processo con la prima udienza che si terrà il prossimo 8 aprile. 

In venti, invece, hanno scelto il rito abbreviato o il patteggiamento, e saranno giudicati dal Gup di Palermo.

Molti i nomi eccellenti coinvolti nell'operazione antimafia scattata nel marzo 2019. Tra tutti quello di Paolo Ruggirello, ex deputato regionale, ancora detenuto, accusato di essere organico a cosa nostra trapanese. E ancora Ivana Inferrera, ex assessore a Trapani. Il braccio destro di Ruggirello, Franceaco Todaro. Alessandro e Luigi Manuguerra, Vito Mannina. E poi esponenti di spicco di cosa nostra trapanese, come Pietro e Francesco Virga. 

Questi i nomi dei coinvolti nell'inchiesta: Michele Alcamo, Antonino Buzzitta, Maria Stella Cardella, Pietro Cusenza, Antonino D'Aguanno, Vito D'Angelo, Tommasa Di Genova, Vincenzo Ferrara, Giuseppa Grignani, Vito Gucciardi, Stelica Jacob, Ivana Inferrera, Mario Letizia, Vito Mannina, Alessandro Manuguerra, Luigi Manuguerra, Michele Martines, Franco Orlando, Francesco Paolo Peralta, Giuseppe Piccione, Marcello Pollara, Paolo Ruggirello, Francesco Russo, Leonardo Russo, Carmelo Salerno, Francesco Todaro, Filippo Tosto, Francesco Virga, Pietro Virga.