14/03/2020 07:00:00

La scommessa con noi stessi

 Di Rossana Titone -  Ieri ho ascoltato una canzone, Roberto Vecchioni è sempre stato uno dei miei cantautori preferiti, quanto è attuale una sua canzone: “Sogna ragazzo sogna”.


In questo tempo sospeso la poesia culla, le emozioni salgono e raggiungono l’anima, lì in quel posto che avevamo messo a dormire per chissà quanto tempo.
Dormienti in un tempo che ci voleva allerta e svegli, oggi inchiodati alla riflessione più bella: quanto sono importanti le parole, le azioni, i dettagli.
Ed è sorprendente anche commuoversi, oggi una foto è pura vita, la speranza è bellezza.


Nessun rimpianto, i fiori secchi lasceranno il posto a piante sempreverdi. Non ci sarà una sola voce che sarà uguale all’altra, avremo gli occhi pieni di luce e sorrisi da concedere.
Proprio ieri, per strada, i miei occhi hanno incontrato lo sguardo di un passante, non ci conosciamo, eravamo entrambi con le mascherine, abbiamo sorriso con gli occhi.


Perché il tempo della vicinanza è l’unico rimedio ad una strafottenza imperante.
I pensieri conducono alla realtà ma dopo le tenebre ci saranno squarci di luce.
Ci riapproprieremo dell’ingenuità, della tenerezza, dei silenzi che parleranno di leggerezza.
Il tempo aiuta a rompere gli argini e, con calma, trovare il modo migliore per condividere emozioni potentissime.
Il momento tanto atteso potrebbe essere adesso, l’istante perfetto in cui raccogliere tutta la nostra essenza ed elevarla a cosa rara, concederla solo a chi ha la capacità di ascolto e di reciprocità.

Pensateci, siamo in una fase sperimentale, un viaggio di gestazione, una scommessa grande con noi stessi .
Una delle sensazioni più belle, che mi rendono felice, è stare con i piedi in acqua, sulla battigia, gli occhi immersi nel mare, anche in inverno…
Ecco, donatevi un momento di pace, di ricchezza interiore, un battito regolare al vostro cuore, entrate volando nella vita che verrà.

E per oggi vi lascio con i versi della canzone di Vecchioni:

“ Io conosco poeti che spostano i fiumi con il pensiero e naviganti infiniti che sanno parlare con il cielo
Chiudi gli occhi, ragazzo e credi solo a quel che vedi dentro
Stringi i pugni, ragazzo non lasciargliela vinta neanche un momento
Copri l'amore, ragazzo ma non nasconderlo sotto il mantello
A volte passa qualcuno a volte c'è qualcuno che deve vederlo
Sogna, ragazzo sogna
Quando sale il vento nelle vie del cuore
Quando un uomo vive
Per le sue parole
O non vive più
Sogna, ragazzo sogna
Non lasciarlo solo contro questo mondo
Non lasciarlo andare sogna fino in fondo
Fallo pure tu”.