07/05/2020 11:10:00

Birgi, prove di ripresa. Arrivano 14 milioni dalla Regione. Confermati due voli per l'inverno, incognita Ryanair

 L'Ars ha stanziato 14 milioni in favore dell'aeroporto di Trapani Birgi e sono confermati i due voli di Sky Alps per Bolzano e Roma che partiranno a dicembre.


Nonostante la chiusura per l'emergenza Coronavirus, l'Airgeste e il presidente Salvatore Ombra tentano di guardare avanti, per una ripresa molto difficile.
“Il Covid 19 e’ stata la carta “imprevisto” del Monopoli. Il segreto è stato vedere in una minaccia una opportunità, cercando di vedere in un punto di debolezza un punto di forza. Abbiamo allora tempestivamente ragionato su una serie di azioni concrete volte al rilancio del settore ma soprattutto a sostegno dei territori.
E di concerto con altri piccoli aeroporti abbiamo disegnato una road map che partisse intanto dalla richiesta dell’abolizione dell’addizionale comunale.
Ma non solo. È indispensabile una sburocratizzazione che renda più fluide e rapide le procedure, e una serie di eliminazioni di costi, che ci trovi pronti a ripartire”, ha scritto Ombra in un suo post facendo il punto della situazione.
Il presidente Airgest annuncia che nella stagione Winter 2020 partiranno le rotte onerate della continuità territoriale “che nessuno credeva venissero assegnate a Birgi (unici ad averne avute assegnate 6 in Europa)”.


Oltre Sky Alps Ombra annuncia che “con un’altra compagnia stiamo definendo per Cuneo e Malpensa”.


“Ryanair rimane una grande incognita per l’approccio generale incerto assunto sul futuro della ripresa, ma con cui non smetteremo di interloquire”
Ombra ha ringraziato il governo regionale per i 14 milioni di euro per l'Airgest, un impegno mantenuto per il rilancio di Birgi.
L'aeroporto resterà chiuso almeno fino al 18 maggio ma, dice Ombra, “siamo pronti ad accogliere in sicurezza l'avvio della nuova stagione ove per nuova stagione intendo le nuove disposizioni che obbligano l'approntamento dei dispositivi prescritti con le nuove misure di sicurezza. Ci spiace - ma non ci ferma - che il nuovo dpcm nelle sue pulsioni garantiste e restrittive, abbia prolungato la chiusura anche di Trapani Birgi, ma anche lì di concerto con altri scali fermi come il nostro, abbiamo chiesto la riapertura, nell'assoluto rispetto delle regole e delle esigenze sanitarie imposte dall'emergenza con cui dobbiamo con lucidità imparare a convivere. Ma non ci fermiamo, non possiamo fermarci”.