×
 
 
16/05/2020 07:19:00

Marsala, tutti contro il Sindaco per l'obbligo delle mascherine. C'è anche una petizione 

 Se davvero voleva rincandidarsi ad Ottobre, non è stata proprio la mossa più azzeccata per aumentare la sua popolarità.

A Marsala da ieri pomeriggio c'è una vera e propria sollevazione contro il Sindaco Alberto Di Girolamo, che ha emanato un'ordinanza che stabilisce l'obbligo della mascherina dappertutto, pure in strada, nei luoghi pubblici all'aperto come i parchi e le ville cittadine.

Il provvedimento del Sindaco nasce dal fatto che in giro, ormai, da un po' di giorni, ci sono comportamenti che non rispettano le prescrizioni per evitare il contagio da coronavirus: comitive di ragazzini, gente che si concentra agli angoli delle strade o all'uscita dei bar. Ma da qui a prevedere un provvedimento così limitativo delle libertà personali e insensato,ce ne corre. Che senso ha indossare la mascherina pure se si cammina in strada da soli, ad esempio?

Da ieri pomeriggio a Marsala non si parla d'altro, e c'è anche chi ha lanciato una petizione on line per fare ritirare il provvedimento, tra l'altro valido fino al 31 Luglio e con multe salatissime.

L'ordinanza si può leggere cliccando qui. 

Scatta l’obbligo della mascherina e del distanziamento sociale. Che si dovranno rispettare - e qui è l’ulteriore stretta dell’Ordinanza sindacale - anche lungo i percorsi a piedi per raggiungere luoghi chiusi (uffici, negozi, farmacie…), quindi anche per strada. L’obbligo della mascherina viene meno durante lo svolgimento di attività sportiva, ma occorrerà portarla con sé per indossarla prima e dopo l’attività: l’ordinanza precisa, espressamente, che la passeggiata non è un’attività sportiva. Esentati dall’obbligo della mascherina sono sia i bambini al di sotto dei sei anni, sia coloro che sono affetti da disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina. In entrambi i casi, comunque, se ne consiglia l’uso quando sia impossibile mantenere la distanza di sicurezza. L’inosservanza del provvedimento sindacale comporta severe sanzioni amministrative: da un minimo di € 400 euro e fino a 3 mila euro.
 

La petizione si può firmare cliccando qui. Questo il testo: "In data 15 maggio 2020 con un'Ordinanza, con effetti immediati, emanata dal sindaco Alberto Di Girolamo nel Comune di Marsala si è reso obbligatorio l’uso della mascherina, anche nei luoghi all'aperto pubblici, come strade, piazze, parchi, spiagge ecc. Si ritiene questa misura sproporzionata e dannosa, viste le condizioni di scarsa diffusione del Covid-19, come certificato dall'ASP locale, che ha diffuso la notizia che da ben 14 giorni non ci sono nuovi contagiati nella provincia di Trapani. Inoltre la stessa OMS e la comunità scientifica esprimono perplessità sull'uso della mascherina in luoghi all'aperto. Pertanto si Chiede al Sig. Sindaco di voler rimodulare l'ordinanza eliminando l'obbligo della mascherina nei luoghi all'aperto qualora si possa rispettare il distanziamento sociale".



Native | 2022-07-20 08:43:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

COINCASA Marsala: inaugurazione dello store in Via F. Crispi

Dopo settimane di lavori e preparativi, apre a Marsala lo store italiano dedicato all'home decoration più amato e conosciuto: Coincasa! Un brand affermato quindi che ad oggi vanta circa 100 punti vendita sul territorio nazionale. Il brand,...

  • Tp24 Tv
  • RMC101
  • Podcast
  • Inchieste
https://www.tp24.it/immagini_banner/1659540334-vw-t-roc.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1659188923-polo-di-trapani.jpg
https://www.tp24.it/immagini_banner/1660806920-istituzionale-agosto.gif
<