22/05/2020 08:05:00

Coronavirus, vaccino: a Settembre 400 milioni di dosi. Test in corso, ma ... 

400 milioni di dosi di vaccino contro il coronavirus potrebbero essere pronte per Settembre. Tuttavia va data anche la cattiva notizia: ovvero che, per la fretta, il vaccino potrebbe non essere efficace al 100%, dato che per testare un vaccino ci vogliono anni, e questo tempo non c'è. 

Il doppio annuncio arriva dal gigante farmaceutico AstraZeneca, che sta sviluppando l’arma anti- Covid-19 con la Oxford University e la collaborazione dell’azienda biotech italiana Irbm. Si chiama Azd1222 e si ipotizza di produrne un miliardo di confezioni entro il 2021.

Purtroppo le sperimentazioni sono ancora in corso e non c’è al momento la certezza che possa garantire la piena immunità. «Questa è un sfida per l’umanità - ha dichiarato l’ad di AstraZeneca Pascal Soriot - Dobbiamo sconfiggere il virus tutti assieme o continuerà a infliggere grandi sofferenze e a procurare ferite economiche e sociali in ogni nazione».

Sono saliti a 100 i vaccini allo studio, dagli Usa alla Cina, e per otto è cominciato il passo decisivo della sperimentazione sull’uomo. Tra i più promettenti - e al centro dell’attenzione mediatica - c’è quello della società statunitense Moderna: i test di fase 1 hanno dimostrato che i volontari sviluppano gli anticorpi in quantità simili alle persone guarite dal virus.

Secondo l’amministrazione Trump, i vaccini “made in Usa” saranno disponibili sul mercato già nella prima metà del 2021.