23/05/2020 10:05:00

Proroga concessioni demaniali. Soddisfatta la Cna Sicilia

 “Traguardo raggiunto. E’ stato definito un percorso che ha visto la nostra Organizzazione costantemente in prima fila, attraverso un lavoro meticoloso e una interlocuzione propositiva e collaborativa con le Istituzioni Politiche della Regione”.

CNA Sicilia esulta per la firma posta dall’Assessore al Territorio e Ambiente, Toto Cordaro, al decreto attuativo che dispone l’estensione nell’isola delle concessioni demaniali fino al 31 dicembre 2033.

“Si tratta di un importante provvedimento, atteso dai numerosi gestori degli stabilimenti balneari – affermano il presidente Nello Battiato e il segretario Piero Giglione – il cui risultato è frutto di una visione nuova, di apertura nel segno della partecipazione attiva degli operatori del settore, delle organizzazioni di categoria, assieme al governo e alla terza commissione legislativa dell’Ars. Questa è la dimostrazione che la politica, quando vuole, sa fare le cose per bene. E, in questa ottica, un ringraziamento particolare va all’assessore Cordaro e all’onorevole Giusy Savarino, presidente della competente commissione, per il loro impegno e per la capacità di mediare e trovare soluzioni efficaci e condivise rispetto alle esigenze provenienti dal comparto. Così come ci sembra doveroso ringraziare, per la puntuale ed infaticabile attività svolta, i nostri referenti di Cna Balneari Sicilia, il portavoce Giuglielmo Pacchione e il coordinatore Gianpaolo Miceli, i quali coordineranno, assieme alle sedi provinciali, le tappe di accompagnamento per la definizione dell’iter a beneficio delle nostre imprese”.

I punti salienti del decreto sono: l’immediata estensione al 2033; la presentazione delle istanze (1 giugno- 31 agosto 2020) attraverso portale informatico dedicato, che consentirà, per la prima volta, l’avvio delle procedure di concessione del demanio marittimo in via digitale. “Apprezziamo anche la decisone che riguarda l’avvio, a partire dal 22 maggio, delle attività di bar e ristorazione all’interno degli stabilimenti, previa circolare del presidente della Regione, mentre per la riapertura della stagione balenare - concludono i vertici regionali della Confederazione – è stato deciso che, fermo restando il nulla osta dell’Assessorato alla Sanità rispetto all’esame positivo delle acque, la data è stata fissata al 6 giugno.