14/07/2020 06:00:00

Coronavirus, un solo positivo in Sicilia. L'Isola tocca quota 3100 infettati totali 

Sono solo tre  i casi positivi e asintomatici di Coronavirus in provincia di Trapani. Si tratta dei due casi di Marsala, la ragazza tornata nei mesi scorsi da Bergamo e la donna che era stata a Varese. A Mazara, invece, è positivo un marittimo rientrato da una battuta di pesca all'estero.

I DATI NEL TRAPANESE - L'Asp di Trapani comunica di aver effettuato in totale 17.956 tamponi e 9.171 test sierologici su personale sanitario. Attualmente non c'è nessun paziente ricoverato. Sono in totale 134 le persone infettate dal Covid-19 e di queste 126 guariti e dimessi, 5 decessi e i tre positivi in isolamento domiciliare.  

LA SITUAZIONE IN SICILIA - C'è un solo caso di coronavirus nelle ultime 24 ore in Sicilia. Secondo i dati di oggi trasmessi dal ministero della Salute, non si rileva nessun decesso. In totale i casi registrati dall'inizio dell'epidemia salgono a 3100, mentre le vittime restano 283. Sono infine 123 gli attualmente positivi. Sono stati eseguiti, nelle ultime 24 ore, 1016 i tamponi mentre il numero totale è di 236.158. Sei i ricoveri, ma nessuno in terapia intensiva, come gli ultimi sei giorni. In 117 si trovano in isolamento domiciliare (-1).

IN CALO I CONTAGI IN TUTTA ITALIA - Sono 169 i nuovi contagiati da Covid nelle ultimi 24 ore in Italia, in calo rispetto ai 234 di ieri. Le vittime sono 13, contro le 9 di ieri. I casi totali salgono a 243.230, i morti a 34.967. Gli attualmente positivi sono 13.157, in calo di 22 rispetto a ieri. I guariti sono 195.106, con un incremento di 178 nelle ultime 24 ore.

Lombardia: mascherina all'aperto solo se manca la distanza - In Lombardia da mercoledì 15 luglio la mascherina dovrà essere mantenuta all'aperto ma solo se non si potrà assicurare il distanziamento interpersonale anti-contagio. Resta l'obbligo per i luoghi pubblici chiusi e i mezzi di trasporto. È quanto prevede la nuova ordinanza regionale che sarà firmata domani dal presidente Attilio Fontana, che recepisce le indicazioni del comitato tecnico-scientifico riunito questo pomeriggio in Regione.

Il Codacons  presenta un esposto contro l'Oms, aperta inchiesta - E' stata aperta un'inchiesta per epidemia colposa, al momento a carico di ignoti, a seguito di un esposto del Codacons sul ruolo dell'Organizzazione mondiale della sanità nella diffusione del Coronavirus. Il fascicolo, da quanto si è saputo, è stato aperto dal dipartimento della Procura di Milano guidato dall'aggiunto Tiziana Siciliano e poi affidato al pm Mauro Clerici, che lo ha già trasmesso alla Procura di Roma per competenza territoriale.

Sono oltre 13 milioni i casi di contagio da coronavirus nel mondo secondo un conteggio dell'Afp.L'America Latina ha superato gli Stati Uniti e il Canada per numero di morti da Covid-19 diventando la seconda regione più colpita al mondo dal nuovo coronavirus dopo l'Europa, secondo un conteggio dell'agenzia Afp. Con 144.758 decessi dichiarati, l'America Latina ha superato i 144.023 di Usa e Canada ed è seconda soltanto all'Europa, che ne conta 202.505. Nuova stretta in California: le autorita' hanno deciso di chiudere su tutto il territorio dello stato i servizi non essenziali a causa dell'impennata dei contagi da coronavirus. Dovranno abbassare la saracinesca ristoranti, bar, cinema, teatri, palestre, musei e luoghi di culto. Cancelli chiusi anche per gli zoo Lo ha annunciato il governatore Gavin Newsom.

Oms, niente normalità a breve. Troppi paesi nella direzione sbagliata - "Voglio essere schietto, troppi paesi vanno verso la direzione sbagliata". Lo ha sottolineato il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità Tedros Adhanom Ghebreyesus durante il consueto briefing con la stampa. "Il virus rimane nemico pubblico numero uno ma l'azione di molti governi e persone non lo riflette", ha spiegato. "L'unico obiettivo del virus è trovare persone da infettare. Messaggi ambigui dei leader stanno minando l'elemento cruciale di ogni azione: la fiducia", ha aggiunto. "Non ci sarà un ritorno alla normalità nell'immediato futuro. Ma c'è una roadmap che consente di controllare il virus e di andare avanti con le nostre vite", ha sottolineato il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della Sanità Tedros Adhanom Ghebreyesus. "Si può fare e deve essere fatto. L'ho già detto in passato e continuerò a dirlo: non importa dove un Paese si trovi sulla curva epidemiologica, non è mai troppo tardi per agire".

STATI UNITI - Gli Stati Uniti, il paese più colpito al mondo dalla pandemia di coronavirus, hanno registrato ieri 59.747 nuove infezioni in 24 ore, secondo il rapporto quotidiano della Johns Hopkins University. Il numero di casi confermati è di 3.301.820 e il numero di morti a 135.171 (442 in più in 24 ore).

MESSICO - Il Messico è diventato il paese al mondo con il quarto più alto bilancio di morti da Covid-19, davanti all'Italia, secondo i funzionari sanitari messicani. "Ci sono 299.750 casi confermati di infezione e 35.006 morti in Messico", si legge sull'account Twitter della presidenza messicana.

SPAGNA - Un tribunale ha deciso di non ratificare la decisione presa ieri dal governo catalano di imporre un lockdown in otto comuni, tra cui Lleida. Per il giudice del Tribunale di Lleida, la decisione della Generalitat è "sproporzionata". Lo riferisce La Vanguardia.

RUSSIA - La Russia ha registrato ufficialmente 6.537 nuovi casi di Covid-19 nelle ultime 24 ore, che fanno salire a 733.699 il totale dei contagi accertati nel Paese dall'inizio dell'epidemia. Lo fa sapere il centro operativo anticoronavirus, secondo cui nel corso dell'ultima giornata 104 persone sono decedute a causa del nuovo coronavirus e le vittime dell'epidemia sono in tutto 11.439. I guariti sono 2.960 nelle ultime 24 ore e 504.021 in totale.



https://www.tp24.it/immagini_banner/1596438478-manlio-dovi.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1596442250-climatizzatore-ago-2020.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1596438976-saldi-estivi-50.gif