30/07/2020 06:00:00

Marsala 2020. Nuccio e Di Girolamo spaccano il centrosinistra. Grillo comincia gli incontri

Elezioni amministrative di ottobre che rappresentano per la città di Marsala una corsa in cui ci sono due maggiori competitor: Massimo Grillo e Alberto Di Girolamo.


Quando si indicano questi due soggetti politici, come maggiori competitor, lo si fa in ragione del fatto che sono gli unici ad avere una coalizione e ad avere più di due liste in appoggio.

Da alcune indiscrezioni, intanto, pare che il sindaco uscente, Di Girolamo, abbia serie difficoltà ad allestire e terminare le liste. Alla ufficializzazione della campagna elettorale, la settimana scorsa, sono apparsi molto forti e anche certi di avere almeno cinque liste in appoggio.


Al momento ce ne sono due sicure: quella del Pd e quella consigliera Linda Licari. Difficoltà anche per Nicola Fici che ha dichiarato il suo appoggio a Di Girolamo ma non riesce a terminare una lista a cui ha messo manio. Del resto 24 candidati elettoralmente forti è difficile che si possano trovare, stessa cosa trovare dei candidati che si sacrifichino per l'elezione di uno solo di essi.

Massimo Grillo ha già cominciato gli incontri con i settori economici della città. Ed è partito con chi si occupa della “movida”: “Ci siamo incontrati per parlare di Marsala e del suo futuro. In primo luogo, ci siamo trovati concordi sul fatto che vi sia l’esigenza di fare sistema, in maniera tale da poter non solo offrire di più alla città ma anche da poter cogliere insieme opportunità che i singoli gruppi rischierebbero altrimenti di vedere sfumare. Così, l'incontro è stato il primo passo verso la creazione di un’associazione che vedrà l’adesione degli operatori della movida marsalese. Questa associazione avrà lo scopo di creare un’offerta d’intrattenimento che sia di qualità ma anche variegata per zone della città, genere e tempistica degli eventi. Il tutto a beneficio sia di chi Marsala la vive da cittadino sia di chi la vive da turista”.

Anche Vento Nuovo, con il candidato sindaco Mario Figlioli, è scesa in campo per cambiare la città, nessuna alleanza per Figlioli: “Non abbiamo voluto di proposito costruire alleanze o collegamenti al buio. Ogni lista in campo e’ una sorte di bacino di procacciatori di voti, per poi fare branco politico o corazzate elettorali basati sul numero di voti vuoti, di fatto senza che ci sia la vera volonta’ del cittadino, volonta’ personale che deve maturare da una fiducia verso la squadra di amministrazione basata sulla competenza e non al clientelismo ed interessi della piovra politica locale”.
Figlioli inoltre lancia un “bando di partecipazione” aperto a tutti i prossimi aspiranti consiglieri o aspiranti assessori, nessuno escluso, fino al 15 Agosto: “ Affinche’ si dia la possibilita’ a tutti quelli che realmente vogliono fare qualcosa per la nostra amata Marsala a partecipare attivamente, e non rimanere “Leoni” da tastiera con aride critiche credendo di essere un aspirante pilota sognatore rimanendo pero’ “Sciccune Operatore” da scrivania. Ovviamente siamo sempre pronti alle fusioni o accettare collegamenti con altre liste competenti ove si intravede piu’ competenza fattiva per un benessere del Territorio…ma al momento sembra piu’ facile trovare il sacro “Graal”.
E' spaccato il centrosinistra, da una parte la candidatura di Alberto Di Girolamo dall'altra parte il gruppo di Daniele Nuccio. Sarà Nuccio il candidato sindaco? All'interno di “Città Futura” si sta discutendo proprio di questo, poche ore ancora e i nodi si scioglieranno. Il rapporto tra Nuccio e Di Girolamo è oramai compromesso e quindi la reunion non s'ha da fare.

 



https://www.tp24.it/immagini_banner/1597214385-jannuzzo-ago.jpg
https://www.tp24.it/immagini_banner/1596638168-aeroporto-palermo-punta-raisi.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1596438976-saldi-estivi-50.gif