19/01/2021 07:00:00

Marsala, il braccino corto del Comune per i buoni spesa

 Il sindaco di Marsala, Massimo Grillo, non bada a spese quando si tratta di contributi per video, eventi, associazioni, o per pagare il portavoce. Ma quando c'è da aiutare i bisognosi il Comune sembra avere il braccino corto.

Il Comune di Marsala, infatti, ha deliberato l'acquisto di buoni spesa per sostenere le persone che versano in condizioni di svantaggio economico. La spesa deliberata è di 4 mila euro. Si tratta di un contributo, in particolare, destinato a quelle persone che “per anomalie tecniche” della piattaforma non erano state registrate ed erano rimaste fuori dall'elenco degli ammessi al beneficio dei bonus spesa con fondi regionali. Il Comune ha quindi messo sul piatto appena 4 mila euro, “nei limiti consentiti dalle ridotte disponibilità di bilancio”.


E fa niente se per Natale si sono spesi oltre 70 mila euro di contributi a parrocchie e associazioni.
 Una cifra esigua, quella dei buoni spesa, anche rispetto a quanto avrebbe voluto spendere il sindaco per il suo portavoce: 30 mila euro. 

Qui la delibera.



https://www.tp24.it/immagini_banner/1614597762-fauna-urbana.png
https://www.tp24.it/immagini_banner/1614341111-mr06.gif