29/04/2021 07:20:00

Il Fai Marsala su Santa Maria della Grotta: "Nessun finanziamento, ma speriamo di ottenerlo"

La Chiesa di Santa Maria della Grotta di Marsala "non è mai stata destinataria di finanziamenti o qualsivoglia premi quale luogo del cuore".

Lo scrive in una nota la responsabile del Gruppo Fai di Marsala, Maria Elisabetta De Vita. Tp24 ha dedicato una puntata dell'inchiesta "Marsala Città Perduta", alla scoperta dei luoghi abbandonati della città, con immagini suggestivi di un capolavoro che potrebbe essere valorizzato. 

"In occasione dell’ultimo Censimento “I Luoghi de Cuore” promosso dal FAI (Fondo ambiente italiano) nel 2020 il monumento è stato votato e grazie soprattutto al contributo di alcune scuole della città ha riportato ben 3267 voti. che non hanno consentito di raggiungere i primi posti nella classifica. Ci auguriamo che in futuro con il contributo di tutti i Marsalesi si raggiunga un risultato tale da ottenere un finanziamento e dare maggiore visibilità al nostro capolavoro" aggiunge De Vita.


"Dopo ogni Censimento il Fai e Intesa Sanpaolo mettono a disposizione dei luoghi più virtuosi una serie di contributi economici: una parte viene destinata ai vincitori e la cifra restante viene assegnata attraverso il Bando “I Luoghi del Cuore” rivolto a tutti i luoghi che hanno ricevuto almeno 2.000 voti al Censimento 2020. Sarà, dunque, possibile anche per “Complesso monumentale Madonna della Grotta” partecipare al bando e presentare una richiesta per un intervento di restauro, recupero o riqualificazione", conclude De Vita.

Una puntata, quella su Santa Maria della Grotta, molto apprezzata, come testimonia Pietro Russo: "Ho apprezzato molto l'ultimo servizio sulla chiesa di S.Maria della Grotta, e condivido come sia probabilmente tra le chiese più belle del nostro territorio e la necessità di valorizzarla come merito.
Qualora fosse possibile, consiglio come possibili tappe dei vostri servizi, la chiesa di S. Maria dell'Alto Oliva, altro esempio di gioiello originale ma abbandonato a sé stesso.
Aggiungo inoltre la chiesa ipogea di S.ta Venera, giusto a fianco dell'omonima famosa chiesa.
Grazie per indirizzare l'attenzione su temi così importanti per il territorio".